Pharma Anticipazione. Dopo Pasqua il piano per la rivoluzione della dg Welfare lombarda

Anticipazione. Dopo Pasqua il piano per la rivoluzione della dg Welfare lombarda

Letizia Moratti, appena nominata vicepresidente e assessore al Welfare, l’aveva annunciato dal primo istante: prioritario cambiare e migliorare la direzione generale. E così pare proprio che stia avvenendo, su due binari. Da una parte l’addio a Marco Trivelli, in modo anche un po’ brusco, e il benvenuto al neo dg Pavesi. Dall’altra parte un lavoro più strategico che invece doveva essere affidato a una società di consulenza specializzata. Secondo quanto può riferire True-News Pharma, l’avviso esplorativo ha portato a un affidamento e dunque a una consulenza che nel giro di assai poco porterà a una rivoluzione copernicana. Ma andiamo per gradi.

L’AVVISO/ Il 26 gennaio la Regione pubblica un avviso “esplorativo finalizzato alla ricezione di manifestazione d’interesse a contrarre e contestuale esperimento della procedura per l’affidamento avente ad oggetto il servizio di supporto alla giunta per l’analisi dell’organizzazione della direzione generale welfare”. Valore del contratto? Non oneroso. Scadenza il 5 febbraio. Alla fine è stata selezionata Boston Consulting, una delle più prestigiose società di consulenza sotto la Madonnina.

LA ROAD MAP/ Secondo quanto si apprende dall’entourage di Letizia Moratti il piano prevede due settimane per lo studio delle complessità della dg welfare, e due settimane per la consegna del lavoro finito. Un vero e proprio piano strategico di riassetto, che la vicepresidente si attende finito sul proprio tavolo appena dopo Pasqua.

IL CONSULENTE/ Secondo rumors pare che per Boston Consulting sarà Stefano Cazzaniga il consulente prescelto. Già general manager di Humanitas, e prima ancora in McKinsey, un master in Bocconi, dovrà contribuire al rafforzamento della dg welfare con uno studio dettagliato e proposte concrete.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Il 28 maggio è “Salute Direzione Nord”: le domande (giuste) per la Sanità del futuro

Il 28 maggio alla Fondazione Stelline di Milano, undicesima edizione della kermesse sul Sistema Salute organizzata da Inrete: tanti ospiti fra cui Fontana, Moratti e Sileri

In Italia 4119 “farmacie rurali”: nel Recovery 72mila € di investimenti ciascuna

Dal Recovery Plan 72mila € di investimenti per ognuna delle 4119 farmacie rurali che “operano nei comuni italiani con meno di 3mila abitanti”, a cui nel tempo sono stati tagliati i sussidi regionali a causa della riduzione del bacino d'utenza