Pharma Vaccini Covid, in Lazio accordo win-win tra Farmacie e Distributori Intermedi

Vaccini Covid, in Lazio accordo win-win tra Farmacie e Distributori Intermedi

“Sono soddisfatto dell’intesa raggiunta tra le sigle della Farmacia e della Distribuzione Intermedia per la consegna dei vaccini anti Covid nelle farmacie del Lazio, dove vengono somministrati dai farmacisti alla popolazione”, ha dichiarato il Presidente ADF Alessandro Morra. “Grazie al massimo impegno di tempo e risorse e al grande lavoro di coordinamento fra tutte le parti, siamo riusciti ad assicurare il funzionamento di tutto il processo a vantaggio dei cittadini. Ne va dato il giusto riconoscimento ai rappresentanti della Regione Lazio, delle organizzazioni delle farmacie (Federfarma Lazio, Federfarma Roma) e della Distribuzione Intermedia (ADF-Associazione Distributori Farmaceutici e Federfarma Servizi)”.

L’accordo raggiunto sancisce una collaborazione già avviata, in concreto, tra farmacisti e i distributori intermedi. Infatti dal 1° giugno, quando è partita nel Lazio la vaccinazione anti-Covid nelle farmacie, i grossisti si sono fatti carico di distribuire i vaccini nonostante mancasse un’intesa per la remunerazione del servizio.

Presidente ADF Alessandro Morra

Vaccini Covid in farmacia, in Lazio una collaborazione già avviata con i distributori intermedi

Continua Morra: “L’accordo raggiunto riconosce e valorizza le competenze della Distribuzione Intermedia, indispensabili alla piena realizzazione del progetto al fianco delle farmacie: controllo dei processi, sicurezza della conservazione e del trasporto, capillarità e tempestività delle consegne, tracciabilità dei vaccini, in ottemperanza agli intendimenti espressi da Ministero della Salute attraverso i più recenti atti regolamentari”.

“Mi auguro che l’accordo del Lazio possa rappresentare un punto di riferimento per le trattative in corso in altre Regioni” conclude Morra. “Non sarebbe utile a nessuno disperdere un modello di lavoro di comune soddisfazione”.

Le farmacie e la distribuzione intermedia, forti dell’intesa raggiunta, stanno già riflettendo, in coerenza all’indirizzo espresso dal commissario Figliuolo, sulle modalità future per abbandonare progressivamente il sistema “emergenziale” dei grandi hub e passare ad una gestione ordinaria e capillare della vaccinazione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Chi è la fidanzata di Gregorio Paltrinieri?

Chi è Letizia Ruoli, la fidanzata del nuotatore Gregorio Paltrinieri? I due sono molto riservati ma sono insieme da tanti anni

Cantieri sulle autostrade: la mappa di agosto in Italia

Oltre alla normale presenza di ingorghi sulle direttrici più trafficate, quest'estate la viabilità sulle autostrade sarà complicata dalla presenza di quasi 400...

Ecco il piano scuola per il rientro in presenza a settembre: finestre aperte nelle aule e ginnastica senza mascherine

Il piano scuola del Governo per il rientro è stato fissato: dalle lezioni in presenza alle assunzioni dei docenti fino al 30 dicembre.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Test prenatale non invasivo, passa emendamento Pd per la gratuità: 500mila euro e soglia Isee. Al via sperimentazione in Lombardia

Passa emendamento Pd al bilancio di assestamento di Regione Lombardia: test prenatali gratis per donne over 35 in gravidanza. Più sicurezza per donne e feti. Letizia Moratti: via alla sperimentazione. La misura prevede 500mila euro di fondi nel 2021 e soglie Isee

OsMed 2020, numeri e novità sui farmaci in Italia: 30 mld di spesa. Meno antibiotici con il Covid, quinti Europa sui farmaci orfani

La spesa farmaceutica in Italia? Nel 2020 è stata pari a 30,5 miliardi di euro. Una cifra pari al 2019, con la pandemia che non ha quindi incrinato, né fatto esplodere, la richiesta di farmaci da parte di cittadini e servizio sanitario.

Sanità lombarda, Emanuele Monti: “Al lavoro da agosto. Priorità? La partecipazione attiva di associazioni e ordini professionali”

La riforma della legge 23 sbarca in consiglio regionale. Il presidente della Commissione Sanità Emanuele Monti: "Al lavoro da agosto".

“Noi, coop di medici in pandemia. Il futuro è della medicina organizzata di prossimità”

Il futuro è la medicina di prossimità organizzata. E le coop di medici avranno sempre più un ruolo per "essere un centro servizi a supporto del cittadino e del medico"

Sanità lombarda e Pnrr, il 40% di Ospedali e Case di Comunità pronti nel 2022

Attilio Fontana e Letizia Moratti, in conferenza stampa, hanno presentato la riforma della legge 23. La promessa? "Tempi certi"