Pharma Covid, il 67% dei decessi erano cardiopatici

Covid, il 67% dei decessi erano cardiopatici

Il 27,8 per cento dei decessi a causa del Covid soffriva di cardiopatia ischemica. Il 24 per cento di fibrillazione atriale. Il 16,1 per cento di scompenso cardiaco. Sono alcuni dei dati raccolti dal Gruppo Sorveglianza Covid-19dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) in un report sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi all’infezione da Sars-Cov-2 in Italia. L’analisi è aggiornata al 4 novembre e per realizzarla i ricercatori dell’Iss sono andati ad elaborare le cartelle cliniche di 5047 pazienti deceduti sul campione di 39.052 totali. Dall’analisi emerge come solo il 3,5 per cento dei pazienti deceduti non presentasse alcuna patologia pregressa; 662 di loro presentavano una sola patologia mentre 3.250 (il 64,4 per cento) presentavano tre o più patologie prima del ricovero. Oltre a cardiopatia, fibrillazione e scompensi cardiaci, tra le patologie più comuni i ricercatori hanno registrato ipertensione arteriosa (65,7 per cento), diabete mellito di tipo 2 (29,3 per cento), insufficienza renale cronica nel 20,8 per cento delle cartelle analizzate e cancro attivo negli ultimi cinque anni (17,2 per cento).

Sotto il profilo anagrafico il report mostra come sia di 80 anni l’età media delle vittime del Covid mentre l’età mediana dei pazienti deceduti è più alta di oltre 30 anni rispetto a quella di coloro che hanno contratto l’infezione. Un paragrafo della ricerca analizza invece i “profili” delle morti in età inferiore a quelle evidenziate dalle statistiche: i decessi sotto i 50 anni sono 434 pari all’1,1 per cento totale al 4 novembre. In particolare 95 di questi avevano meno di 40 anni, di cui 65 uomini e 30 donne. Di 17 pazienti di questo gruppo non sono disponibili le informazioni cliniche mentre nei restanti 78 casi, 64 presentavano gravi patologie preesistenti come patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità e 14 non avevano diagnosticate patologie di rilievo.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Francesco Floris
Francesco Floris
Nato nel 1989, trentino, milanese d'adozione,. Giornalista freelance. Collaboratore di True-News, Fatto Quotidiano, Affaritaliani.it Milano, Linkiesta, Gli Stati Generali, Vice, Il Dubbio, Redattore sociale. Per segnalazioni scrivimi a francesco.floris@true-news.it o frafloris89@gmail.com

Più articoli dello stesso autore

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Quanti anni ha Federica Pellegrini? Età, patrimonio e vita privata della nuotatrice Divina

Federica Pellegrini è tra le più grandi nuotatrici della storia. Età, carriera, vita privata e patrimonio della campionessa olimpica azzurra.

Green Pass in farmacia: come funziona, quanto costa. È boom di richieste (con polemica)

Il Green Pass in farmacia è molto richiesto nelle ultime ore. Tante la farmacie prese d'assalto. Sono soprattutto persone anziane a recarsi...

Iscriviti a True Pharma

Ogni giovedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Sanità lombarda, riforma della legge presentata in conferenza stampa. Più soldi anche alla ricerca e riforma della sanità territoriale

Presentata la riforma della legge sanitaria regionale lombarda. Attilio Fontana e Letizia Moratti: "rafforziamo la sanità territoriale"

Cardiologia. Castiglioni (GISE): “Interventi? Meno 20% ma recuperato il tracollo della pandemia. Ora Piano Cardio Nazionale”

Cardiologia, dopo il lockdown pandemico c'è stato un recupero sugli interventi ospedalieri. Ma urge una riorganizzazione

Sanità. Dall’Osservatorio epidemiologico alla Fondazione biomedica: tutte le misure sulla ricerca della riforma lombarda

Riforma della legge 23, ecco le novità sulla ricerca contenute nella riforma della sanità attualmente all'esame