Facts Vacanze 2021 Italia o estero: la mappa dei focolai Covid per chi...

Vacanze 2021 Italia o estero: la mappa dei focolai Covid per chi deve ancora scegliere

Vacanze 2021 in Italia o all’estero? Il rischio Covid cresce velocemente. Per chi deve ancora scegliere dove andare in vacanza sarà necessario allora capire in quali posti di villeggiatura ci sono più contagi e di conseguenza limitazioni. La variante Delta si diffonde e preoccupa. I contagi stanno aumentando e si rischiano nuove zone gialle nelle prossime settimane

Vacanze 2021 Italia, focolai Covid: la mappa

Focolai Covid in Sicilia: Pantelleria e Gela

Sull’isola Pantelleria in Sicilia sono stati registrati un ventina di casi Covid. Sono risultati positivi alcuni ragazzi a seguito di una festa privata e pare siano senza la copertura del vaccino. “Se i contagi dovessero dilagare il rischio di diventare zona rossa sarebbe alle porte con un danno gravissimo e conseguenze devastanti“, ha commentato il sindaco Vincenzo Campo.

Gela, sempre in Sicilia, un’altra località di vacanza, nel frattempo della zona gialla ufficiale, è già entrata nella fascia di restrizioni più severe.

Focolaio Covid a Riccione

Alcuni contagi preoccupano anche al Nord, a Riccione, dove un gruppo di giovani in vacanza è risultato positivo al Covid-19: le autorità sanitarie stanno cercando di ricostruire gli spostamenti e i locali che i ragazzi hanno visitato, ma intanto la paura è che il virus stia circolando.

Focolaio Covid in Puglia

Altro focolaio scoppiato sempre tra ragazzi in vacanza è stato registrato in Puglia che è meta ambita in estate dei ragazzi e della movida. Si tengono sotto controllo ed osservazione altri punti strategici pugliesi di vacanza.

Focolaio Covid a Ostia

Anche nel Centro Italia sono stati registrati una serie di contagi: a Ostia, ad esempio, una ventina di persone sono risultate positive dopo aver frequentato tutte lo stesso locale sulla spiaggia.

La Sardegna si prepara a nuove regole

Preoccupa anche la Sardegna, altra meta ambita dai turista. L’isola potrebbe presto adottare alcune misure restrittive sia per prevenire la zona gialla sia eventualmente per salvare il turismo che si appresta a vivere mesi difficili.

Vacanze 2021 estero, focolai Covid: la mappa

Da Ibiza c’è chi grida di non fare vacanze all’estero. La situazione all’estero preoccupa di più che in Italia per gli italiani. Andare a trascorrere le vacanze all’estero in questo momento potrebbe rappresentare un serio rischio.

Sono molti ormai i cittadini che sono rimasti bloccati in quarantena in un altro Paese mentre si trovavano in vacanza: si tratta nella maggior parte delle volte di ragazzi e ragazze giovani, fermi in Spagna, Portogallo, Malta, Ibiza, Dubai. In tutti questi paesi sono state introdotte restrizioni per chi viene da un altro paese. Prima di decidere di andare all’estero conviene informarsi bene sulle restrizioni adottate e sulla situazioni dei contagi che all’estero stanno aumentando.

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Notizie Correlate

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.