USA, sparatoria in un Walmart in Virginia: il bilancio è di sette morti

USA, ennesima sparatoria di massa: sette morti in un Walmart in Virginia. Il manager del negozio spara ai colleghi per poi togliersi la vita.

USA, sparatoria in un Walmart in Virginia durante la notte: sette morti, incluso l’aggressore. Il manager del supermercato ha aperto il fuoco nel negozio colpendo diverse persone, prima di rivolgere l’arma contro di se.

USA, sparatoria in un Walmart in Virginia: ammazza sei persone e poi si uccide

Un altro episodio di violenza scuote gli Stati Uniti. Nella notte di martedì, attorno alle 22.12, un uomo armato di pistola ha ucciso sei persone in un supermercato Walmart a Chesapeake, città autonoma in Virginia.

Il killer, secondo i testimoni il manager del negozio, si è poi tolto la vita prima dell’arrivo delle autorità. Sono almeno cinque i feriti sopravvissuti alla sparatoria, al momento ricoverati in un ospedale locale. “Avevo appena lasciato l’area relax.” -spiega un dipendente del Walmart, sopravvissuto al massacro- Il direttore è entrato e ha iniziato ad uccidere gente, ha iniziato ha sparare. Ne sono uscito tutto intero ma sono triste, ho perso molti colleghi”.

Le reazioni della politica americana, il sindaco Rick West: “Atto di insensata violenza”

Il sindaco di Chesapeake, Rick West si è detto “devastato da questo atto di insensata violenza” e ha chiesto ai membri della “stretta comunità” cittadina di unirsi per supportare le famiglie delle vittime.

La senatrice della Virginia Lillie Louise Lucas ha espresso il suo cordoglio su Twitter: “Mi si spezza il cuore a pensare che l’ultima sparatoria di massa in America ha avuto luogo in un Walmart del mio distretto a Chesapeake, Virginia stasera. Non avrò pace finché non troveremo una soluzione per porre fine all’epidemia di violenza armata nel nostro paese, che ha già ucciso così tante persone”.