Ucraina, Volkswagen ferma la propria produzione di auto in Russia

Ucraina, Volkswagen ha decido almeno per ora di sospendere la produzione in Russia. Anche altre aziende stanno prendendo decisioni simili.

Ucraina, Volkswagen ha deciso di bloccare la produzione delle proprie auto in Russia in attesa di sviluppo. Nelle ultime ore anche altre aziende stanno valutando di interrompere affari in Russia.

Ucraina, Volkswagen ferma la produzione di auto in Russia

Il famoso gruppo tedesco Volkswagen chiude la produzione in Russia. Lo ha comunicato il gruppo in una nota. “A causa della guerra condotta dalla Russia il presidio del gruppo ha deciso di fermare la produzione di veicoli in Russia.

Anche le esportazioni «verranno stoppate a partire da subito”.

Gli stabilimenti di Zwickau e di Dresda dovrebbero fermarsi tra oggi e venerdì. Lo ha fatto sapere un portavoce di VW ad Automotive News Europe, evidenziando che, tra i suoi fornitori, in Ucraina ci sono aziende che producono i cablaggi elettrici necessari alla realizzazione di ID3, ID4, ID5, Audi Q4 etron e Cupra Born.

Guerra in Ucraina, anche Ikea contro la Russia

Non solo il gruppo Volkswagen ma anche Ikea ha annunciato il blocco della produzione in  Russia e Bielorussia. Una decisione che dovrebbe riguardare circa 15.000 dipendenti.

Anche la banca Intesa San Paolo tiene sott’occhio quello che sta accadendo in Ucraina e valuta le prossime mosse in Russia: “La nostra presenza in Russia è oggetto di valutazione strategica”. Lo afferma un portavoce di Intesa Sanpaolo. Ca’ de Sass opera in Russia attraverso Banca Intesa che conta 28 filiali ed oltre 900 dipendenti.

“Condanniamo – aggiunge il portavoce di Intesa – totalmente quanto sta accadendo e siamo impegnati ad aiutare tutte le nostre persone in Ucraina fornendo accoglienza, nei Paesi in cui operiamo, ai colleghi ucrain”».

LEGGI ANCHE: Ucraina, Netflix oscura i canali e titoli dei film russi