Tetto al prezzo del gas, è scontro Ue-Russia

Gas, per la presidente della commissione europea è arrivato "il momento di stabilire un tetto" al prezzo che arriva dalla Russia in Europa

E’ arrivato il momento di stabilire un tetto al prezzo del gas che arriva dalla Russia in Europa. A sottolinearlo è la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Tetto al prezzo del gas, è scontro Ue-Russia

Con il caro prezzi dell’energia che sta sempre più allarmando le imprese europee, arrivano le dichiarazioni della presidente Ursula Von Der Leyen che rimarca la necessità di dover stabilire un tetto al prezzo al gas.

L’obiettivo? Contrastare quelli che ha indicato come i tentativi del presidente russo, Vladimir Putin, di manipolare il mercato dell’energia europeo. “Credo fermamente che sia arrivato il momento di fissare un tetto massimo al prezzo sul gas russo diretto in Europa”, ha affermato infatti a riguardo von der Leyen ai giornalisti, aprendo così una nuova questione in Europa anche con la Russia.

Gas, la risposta della Russia alla Ue

Dopo questa proposta arrivata dalla presidente della commissione Ue, non si è fatta attendere la risposta della Russia, che ha minacciato di tagliare le forniture in caso in cui questa misura venisse davvero adottata. “La Russia cesserà di fornire petrolio e prodotti petroliferi ai paesi che imporranno un tetto al presso del petrolio russo” ha infatti minacciato ieri il vice premier russo Alexander Novak, citato dall’agenzia stampa Tass. Questo perchè, secondo Novak, il ‘price cap’ è una “assoluta assurdità”.Il cancelliere tedesco Olaf Scholz, a tal proposito, ha affermato che a suo avviso: ‘‘è da irresponsabili rinunciare del tutto al gas russo”