Stupro di Piacenza, Giorgia Meloni: “Video pubblicato? Non mi scuso”

Sulla pubblicazione del video sui social in merito allo stupro di Piacenza, Giorgia Meloni non ha intenzione di chiedere scusa

Sulla pubblicazione del video sui social in merito allo stupro di Piacenza, che tanto sta facendo discutere la politica, Giorgia Meloni non ha intenzione di chiedere scusa. È quanto ha fatto sapere dopo il polverone mediatico che l’ha coinvolta su questa vicenda.

Stupro di Piacenza, Giorgia Meloni: “Video pubblicato? Non mi scuso”

Interpellata sulla possibilità di volersi o meno scusare per la pubblicazione del video, Giorgia Meloni ha risposto in maniera molto netta, “Non ho ragione di scusarmi – ha fatto sapere rispondendo ad una domanda dei cronisti – se non per aver espresso solidarietà.

Ho pubblicato una cosa che era già pubblicata sui siti. Avete chiesto ai giornalisti che hanno pubblicato il video di scusarsi? Mi sembra ci sia un tiro al piccione. Sono molto attenta alla vicenda della violenza contro le donne tanto che ho pubblicato il video per denunciare il fatto. Non è strano che io sia molto più discussa dello stupratore di questa donna? Io ho ripreso questo video dalla stampa. Siccome mi fido della stampa italiana ho condiviso un video ‘oscurato’ pubblicato da un quotidiano.

E’ una notizia data da altri e non da me”.

Leggi anche: Stupro Piacenza, si indaga sulla pubblicazione del video: parla la vittima che si sente disperata

“Condivisione del video? Per esprimere solidarietà”

L’ex ministra alle Politiche giovanili Giorgia Meloni, sempre sullo stesso argomento, sostiene di aver condiviso il video per esprimere solidarietà alla vittima della violenza. “Se un politico di primo piano avesse condiviso un video per esprimere solidarietà senza che si riconoscesse la vittima, anche se fosse stata una persona a me cara, io francamente l’avrei presa per solidarietà” ha concluso.