Secondo covo di Matteo Messina Denaro: cosa è stato trovato. Si parte con il processo e il collegamento in aula del boss

Secondo covo di Matteo Messina Denaro è stato individuato dalle forze dell'ordine. Intanto inizia il processo a carico del boss.

Secondo covo di Matteo Messina Denaro è stato individuato e in queste ore viene perquisito. La speranza è di trovare dei documenti preziosi tanto decantati dai collaboratori di giustizia. Si cercano in particolare i documenti di Toto Riina e la famosa agenda rossa di Paolo Borsellino.

Secondo covo di Matteo Messina Denaro: cosa è stato trovato

Un secondo covo del boss Matteo Messina Denaro è stato individuato dai carabinieri del Ros e dal Gico della Finanza in una casa in via Maggiore Toselli n.34, a Campobello di Mazara. C’era molta attesa per il contenuto di quello che è stato considerato un bunker. Al suo intero, secondo fonti, non sono stati trovati documenti ma gioielli, collane, bracciali e anche pietre preziose di grandi dimensioni.

Si parte con il processo e il collegamento in aula del boss

Intanto, oggi inizia il processo a carico di Matteo Messina Denaro. C’è attesa nel capire se il boss si collegherà a distanza in aula. “Sarà una giornata di sorprese, non abbiamo ricevuto alcuna notizia. Il codice prevede che in assenza di nuove nomine si sia noi a procedere“. Lo ha detto l’avvocato d’ufficio di Matteo Messina Denaro Salvatore Baglio all’entrata dell’aula bunker del carcere di Caltanissetta dove si sta celebrando il processo d’appello per i mandanti delle stragi Falcone e Borsellino. L’avvocato ha anche aggiunto: ”Fino a questo momento l’udienza è confermata”.

 

LEGGI ANCHE: Matteo Messina Denaro, orologio costoso e montone firmato al momento dell’arresto: ecco quanto valgono