Saman Abbas, corpo recuperato a Novellara: identificato il cadavere da un’anomalia dentaria

Saman Abbas, corpo recuperato a Novellara e poi identificato dopo le analisi: si tratta proprio della ragazza pakistana

Saman Abbas, corpo recuperato. Dopo le analisi, è stato confermato che si tratta proprio del del corpo della ragazza pakistana.

Saman Abbas, corpo recuperato a Novellara

Saman Abbas è la ragazza pakistana scomparsa e secondo gli inquirenti uccisa il 30 aprile 2021. Ad essere imputata è l’intera famiglia della ragazza 18enne che deve affrontare un processo. In fuga resterebbe ancora la madre, dopo l’ultimo arresto del padre in Pakistan.

Nei giorni scorsi, erano stati individuati dei resti umani, sotterrati in un capannone di Novellara , nel reggiano, non troppo distante dalla casa della famiglia Abbas. Ci sono voluti giorni per effettuare gli scavi e recuperare la salma. Secondo gli inquirenti, potrebbe trattarsi proprio del corpo di Saman. Le operazioni si sono concluse ieri sera alle 22, in una campagna immersa nel buio pesto misto nebbia con gli organi di informazione giunti sul posto ma rimasta a un chilometro di distanza.

I resti saranno ora analizzati

Dopo il recupero della salma, ora non reste che sottoporla alle analisi . Infatti, il mezzo che ha recuperato i resti umani si è diretto verso l’Università di Milano dove verranno svolti gli accertamenti medico-legali, affidati dalla Corte di assise ai periti Cristina Cattaneo e Dominic Salsarola.

Saman Abbas, identificato il cadavere

Dopo analisi fatte dagli inquirenti a seguito del ritrovamento del corpo, è proprio di Saman Abbas il cadavere ritrovato il 18 novembre 2022 a Novellara (provincia di Reggio Emilia). La 18enne pakistanaè stata identificata da un’anomalia dentaria, grazie a foto e video“, secondo quanto riferito dall’avvocato Barbara Iannucelli. “L’osso ioide è fratturato nella parte sinistra e sono necessari accertamenti istologici per stabilire se pre o post portem”, ha aggiunto il legale. Questa frattura dell’osso, nella parte anteriore del collo, avvalorerebbe ancora di più l’ipotesi di strangolamento.

LEGGI ANCHE: Ischia, per la frana continuano le ricerche: il numero delle vittime e dei dispersi. Dichiarato lo stato di emergenza