Saldi estivi 2022: quando iniziano regione per regione e quali sono le percentuali

Saldi estivi 2022: ecco il calendario completo regione per regioni con le indicazioni per clienti e commercianti.

Saldi estivi 2022: ecco il calendario regione per regione che nei prossimi giorni dovrebbe partire con i primi sconti. Ci sono già le date ufficiale e le indicazioni per commercianti e clienti che verranno aggiornate.

Saldi estivi 2022: quando iniziano regione per regione

I saldi estivi 2022 sono pronti a partire. Nei primi giorni di luglio dovrebbero iniziare, secondo le indicazioni, i saldi in quasi tutte le regioni italiane. Ci sono dei punti da seguire sia per i commercianti sia per i clienti.

Ecco il calendario completo regione per regione.

1. Abruzzo: dal 2 luglio al 31 agosto.
2. Basilicata: dal 2 luglio al 2 settembre.
3. Calabria: dal 2 luglio al 1° settembre.
4. Campania: dal 2 luglio al 31 agosto.
5. Emilia Romagna: dal 2 luglio al 31 agosto.
6. Friuli Venezia Giulia: dal 2 luglio al 30 settembre (anche per periodi non consecutivi).
7. Lazio: dal 2 luglio al 13 agosto.

8. Liguria: dal 2 luglio al 16 agosto.
9. Lombardia: dal 2 luglio al 31 agosto.
10. Marche: dal 2 luglio al 1° settembre.
11. Molise: dal 2 luglio al 31 agosto.
12. Piemonte: dal 2 luglio al 27 agosto.
13. Puglia: dal 2 luglio al 15 settembre.
14. Sardegna: dal 2 luglio al 3 settembre.
15. Sicilia: dal 2 luglio al 15 settembre.
16. Toscana: dal 2 luglio al 31 agosto.

17. Umbria: dal 2 luglio al 31 agosto.
18. Valle D’Aosta: dal 2 luglio al 30 settembre.
19. Veneto: dal 2 luglio al 31 agosto.
20. Trentino Alto Adige: dal 15 luglio all’8 agosto nella maggior parte dei comuni della provincia di Bolzano

Quali sono le percentuali

“L’indirizzo emerso in sede di Conferenza delle Regioni di mantenere una data unica saldi al primo sabato di luglio, pur spiazzando alcuni territori, risponde all’esigenza di riequilibrare un mercato condizionato dai lockdown e di evitare ulteriori confusioni tanto ai consumatori quanto agli operatori del dettaglio moda”: così dichiara Giulio Felloni, il presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio.

“La data unica, soprattutto in un momento così delicato per il ritorno ad una nuova normalità, evita una inutile competizione tra regioni”, spiega il presidente

Nei prossimi giorni, Federazione Moda Italia e Confcommercio forniranno, in un decalogo aggiornato, daranno una serie di indicazioni fondamentali, sia per gli esercenti che per i clienti, per effettuare gli acquisti in saldo seguendo norme di sicurezza e trasparenza. Prima fra tutte il rispetto del distanziamento sociale, l’obbligo di mantenere la mascherina nel negozio e la disinfezione delle mani, includendo informazioni utili per cambiare i capi danneggiati e sulle modalità d’acqusto.

 

 

LEGGI ANCHE: Brunetta attacca un tappezziere: le offese del Ministro diventano virali. VIDEO