Roma, minestra contro tela di Van Gogh. Il ministro: “Atto ignobile”

Minestra contro tela di Van Gogh: a Roma è stato imbrattato il quadro "Seminatore al tramonto" da alcuni attivisti per il clima

Minestra contro tela di Van Gogh” Seminatore al tramonto”, sporcato da attivisti per il clima. Accade a Palazzo Bonaparte, a Roma, ed è l’ennesima protesta di alcuni giovani.

Roma, minestra contro tela di Van Gogh

A Roma è stato imbrattato con della minestra il quadro “Seminatore al tramonto” di Van Gogh da alcuni attivisti per il clima. Il quadro, è esposto a Palazzo Bonaparte, era protetto dal vetro ma questa protesta ne segue altre che sono state fatte in altri musei europei.

Subito dopo l’azione degli attivisti per il clima, è prontamente intervenuta la sicurezza che ha chiuso le sale della mostra, allontanando così i visitatori che erano presenti nel museo. Dopo avere gettato la minestra di verdura sull’opera di Van Gogh, come era già accaduto in altre situazioni, gli attivisti si sono incollati alla parete e hanno urlato slogan contro l’uso del carbone e in merito al cambiamento climatico.

“Il Seminatore al tramonto” è un olio su tela che Van Gogh dipinse nel giugno 1888 ad Arles, durante il soggiorno in Provenza (febbraio 1888-maggio 1889).

Il ministro Sangiuliano: “Atto ignobile”

In merito a quanto accaduto a Roma a Palazzo Bonaparte, è intervenuto anche il neo ministro della cultura Gennaro Sangiuliano. “Attaccare l’arte è un atto ignobile che va fermamente condannato – ha fatto sapere – la cultura, che è alla base della nostra identità, va difesa e protetta, non certo utilizzata come megafono per altre forme di protesta. Peraltro il nostro patrimonio culturale va tutelato proprio dalle conseguenze del cambiamento climatico.

Questo ennesimo gesto non può quindi passare come una legittima espressione di protesta ed è giusto proprio oggi ricordare – conclude il ministro – che i reati contro i beni culturali sono puniti gravemente e che gli autori sono perseguibili penalmente.”