Il giallo di Mino Raiola: “È morto”. Ma il San Raffaele smentisce

Morto Mino Raiola, il super agente si spegne all'età di 54 anni. Le condizioni di salute del procuratore parevano essere peggiorate da mesi.

Morto Mino Raiola, il re dei procuratori, si è spento a 54 anni? La notizia è circolata ma sta diventando un giallo, perchè l’ospedale San Raffaele smentisce. Nel corso della sua fortunata carriera, il celebre agente sportivo ha curato gli affari di alcuni dei più grandi campioni degli ultimi anni. Il procuratore italo-olandese pare soffra di diversi problemi di salute. Secondo alcune indiscrezioni, Raiola si è sottoposto a un intervento d’urgenza lo scorso gennaio.

Morto Mino Raiola a 54 anni? È giallo sul re dei procuratori

Una morte improvvisa sconvolge il mondo del calcio? E’ giallo. Il re dei procuratori Mino Raiola, 54 anni, secondo alcune voci risalenti a gennaio, avrebbe diversi problemi di salute. In quel periodo, Raiola fu ricoverato al San Raffaele di Milano e sottoposto ad un intervento d’urgenza. All’epoca, l’entourage di Raiola smentì le voci con un secco comunicato: “Mino Raiola è stato sottoposto a controlli medici ordinari con necessità di anestesia.

Si tratta di controlli programmati, non c’è stato nessun intervento d’urgenza”. Da qualche mese, tuttavia, le sue condizioni si sono aggravate.

Vita e carriera di Raiola, implacabile procuratore calcistico: chi è

Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre 1967Mino Raiola è uno dei procuratori sportivi più famosi e affermati del panorama internazionale. L’agente italo-olandese, nel corso della sua carriera, ha gestito gli interessi dei più grandi campioni degli ultimi anni.

Tra questi ricordiamo Zlatan IbrahimovicMario BalotelliPaul Pogba, Robinho, Romelu Lukaku e Gianluigi Donnarumma. Spiccano inoltre i nomi di molti giovani talenti, portati nell’Olimpo del calcio dalla sua oculata gestione. Importanti esempi recenti sono infatti il centrale della Juventus Matthijs de Ligt e il centravanti del Borussia Dortmund Erling Braut Håland.