Max Laudadio nel parcheggio a Varese aggredito: presi a calci e pugni lui e il cameraman

Max Laudadio nel parcheggio a Varese è stato vittima di una terribile aggressione insieme a un suo operatore.

Max Laudadio nel parcheggio a Varese è stato aggredito insieme al suo operatore. A riferire l’accaduto è stata la stessa trasmissione Mediaset che ha riportato sul proprio sito anche alcune dichiarazione dell’inviato.

Max Laudadio nel parcheggio a Varese aggredito

L’inviato di Striscia La Notizia Max Laudadio è stato aggredito in un parcheggio a Varese durante un servizio per il Tg satirico. L’aggressione è avvenuta “perché qui i gestori annullano i ticket dei clienti che vanno a pagare in contanti la sosta e alzano la sbarra manualmente, intascandosi i soldi”.

Dopo il primo servizio dello scorso aprile, alla redazione di Striscia sono piovute decine di segnalazioni. Laudadio e il suo operatore  sono finiti all’ospedale: per l’inviato sette giorni di prognosi, mentre per l’operatore – a cui è andata peggio – naso rotto e venti giorni di prognosi.

Presi a calci e pugni lui e il cameraman

Secondo quanto riferito dalla trasmissione Mediaset Laudadio e il suo cameraman sarebbero stati presi a calci, pugni e bastonate durante la registrazione del servizio, come lo stesso inviato ha raccontato per il sito del Tg satirico.

“Appena arrivato, la gestrice ha cominciato a insultarmi e minacciarmi. Poi ha chiamato il fratello, che senza proferire parola è partito con una scarica di pugni e calci contro di me e poi contro l’operatore, a cui ha sbattuto violentemente la testa contro il muro”, racconta l’inviato. Ma non è finita qui: “Il colpo di grazia l’ha dato la signora, che mentre eravamo “impegnati” con il fratello è tornata e con un bastone di metallo ha rotto il naso all’operatore.

Per fortuna, è arrivata la polizia, che ha preso i documenti di tutti e che speriamo dopo questo episodio avvii un’indagine, dato che l’anno scorso era finito tutto in un nulla di fatto”.

 

LEGGI ANCHE: Alex Zanardi dimesso dall’ospedale di Vicenza