Live

Manuel Bortuzzo potrà tornare a camminare? Il parere dei medici

Manuel Bortuzzo cammina grazie a un deambulatore che il Grande Fratello gli ha fornito per continuare anche la sua fisioterapia.

Manuel Bortuzzo potrà tornare a camminare? Se lo chiedono in molti soprattutto dopo che il nuotatore e concorrente del Gf Vip, rimasto paralizzato dopo una sparatoria a Roma, si è alzato in piedi e ha mosso qualche passo tra la commozione degli altri concorrenti e dei telespettatori che tifano per lui.

Manuel Cortuzzo potrà tornare a camminare?

Durante il Grande Fratello Vip, la produzione del programma ha fatto recapitare al concorrente un deambulatore. Rimasto paralizzato dopo essere rimasto vittima per errore di una sparatoria, con il deambulatore Manuel ha potuto alzarsi dalla sedia a rotelle e muovere qualche passo necessario anche per la sua fisioterapia, che a casa fa regolarmente.

Convocato in confessionale, il giovane nuotatore ha avuto modo di trovare un regalo speciale che gli aveva fatto la produzione: un deambulatore. Accompagnato da  Aldo Montano e Alex Belli ha scoperto la sorpresa grazie alla quale potrà  muoversi diversamente all’interno della casa. 

Manuel Cortuzzo cammina e sui social piovono commenti commoventi. Il video al GF Vip

Manuel che cammina ha commosso i fan sui social ma anche il resto dei concorrenti nella casa del Grande Fratello.

Tra coloro che sono apparsi visibilmente commossi, l’ex protagonista di Uomini e donne, Soleil Sorge. Nel momento in cui lo ha visto arrivare in piedi, si è subito avvicinata al ragazzo e lo ha abbracciato e baciato calorosamente.

 

Manuel Bortuzzo potrà tornare a camminare?

Manuel Bortuzzo forse potrà tornare a camminare. La speranza arriva dai medici ed è stato lui stesso a rivelarlo a Fabio Fazio in una puntata di “Che Tempo che Fa” nel 2019. A differenza di quanto diagnosticato in una prima fase, è emerso che “la lesione midollare non è completa”. “Questa è una notizia pazzesca, sì, che in questi nove mesi ho voluto tenere per me – ha detto Manuel -. Quando si tratta di questioni mediche, su cui non si è sicuri, è sempre meglio andarci cauti. In questo libro (“Rinascere. L’anno in cui ho ricominciato a vivere”, ndr) ho però voluto annotare tutti i miei progressi. Mi ero dato 10 anni per tornare a camminare. Se ce la posso fare? Questo è quello che sto facendo, niente di più niente di meno”.