Maltempo Sicilia, allerta arancione: forti piogge e fiumi di fango si abbattono sull’isola

Maltempo Sicilia: nella notte trombe d'aria e fiumi di fango sono venuti giù in alcune zone dell'isola. La situazione è drammatica.

Maltempo Sicilia: forti piogge e fiumi fi fango si sono abbattuti nella notte su alcune zone dell’isola. La situazione in alcune province è davvero drammatica come hanno confermato i sindaci delle città colpite.

Maltempo Sicilia, allerta arancione

La Protezione civile della Regione Sicilia ha diffuso un avviso “per il rischio meteo-idrogeologico ed idraulico“, valido da venerdì 20 settembre e fino alle 24 sabato 1° ottobre. Attenzionate alcune zone dell’isola colpite già nella notte dal maltempo.

“In particolare – si legge nel bollettino numero 22.273 – dal tardo pomeriggio di oggi(ieri) e per le successive 6-12 ore si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento”.  

Forti piogge e fiumi di fango si abbattono sull’isola

Le zono più colpite da piogge e fango sono le province di Palermo e Agrigento dove la situazione è drammatica, come confermano anche i sindaci di Sambuca di Sicilia, Leo Ciaccio, e Contessa Entellina, Leonardo Spera, due dei comuni flagellati dal maltempo.

“La Palermo Sciacca è impraticabile – spiega Leo Ciaccio – invasa da un fiume d’acqua e fango. Molti automobilisti sono rimasti intrappolati e ci hanno chiesto aiuto. Diverse famiglie che erano nelle loro abitazioni ci hanno segnalato allagamenti e danni. Invitiamo tutti a non uscire in questo momento per precauzione e per consentire ai mezzi di soccorso di operare”.

Un appello rilanciato anche da Leonardo Spera: “La situazione è preoccupante. Invitiamo tutti a restare nelle loro case e a non mettersi in viaggio. Nella zona del bivio Gulfa, dove si è ribaltato l’autobus di linea, sono state inviate subito tre ambulanze e una gru che è al lavoro per risollevare il pullman.

E’ ancora presto per fare una conta dei danni, ma sicuramente sono ingenti”.

 

LEGGI ANCHE: Coniglietti di Pasqua al cioccolato, Lidl non potrà più venderli