Lavoro Istat: a maggio meno occupati e disoccupati, aumentano gli inattivi

Lavoro, i dati Istat di maggio 2022: scendono gli occupati e i disoccupati, in aumento i soggetti inattivi.

I dati Istat sul lavoro a maggio 2022: meno occupati e meno disoccupati, in aumento gli inattivi. Secondo le informazioni raccolte dall’Istituto Nazionale di Statistica, è in amento il numero di soggetti fuori dalla forza lavoro.

Lavoro, dati Istat maggio 2022: in calo occupati e disoccupati, inattivi in aumento

L’Istat ha divulgato il suo ultimo rapporto dei dati sull’occupazione in Italia relativi al mese scorso, maggio 2022. In base alle informazioni raccolte dall’Istituto, nell’ultimo mese sono diminuiti sia gli occupati che i disoccupati.

Risultano invece in aumento i soggetti inattivi, gli individui che non fanno parte della forza lavoro e non sono quindi classificate come occupate o in cerca di occupazione.

I dati nel dettaglio: tasso di occupazione al 59,8%, 463mila più occupati rispetto a maggio 2021

Entrando nel dettaglio, l’occupazione è diminuita dello 0,2% rispetto ad aprile, per un totale di 49mila occupati in meno. Lo spiega l’Istat nel suo rapporto: “Dopo la forte crescita registrata tra febbraio e marzo e la sostanziale stabilità di aprile, a maggio 2022 il numero di occupati scende sotto i 23 milioni, per effetto della diminuzione dei dipendenti permanenti”.

Nello specifico, ad aver perso più posti sono le categorie dei dipendenti permanenti e degli individui d’età compresa tra i 25 e i 49 anni. Si registra un aumento, invece, per gli autonomi, gli under 25, gli ultracinquantenni e i dipendenti a termine. In generale, il tasso di occupazione è calato dello 0,1%, ed è ora fermo al 59,8%. Rispetto allo scorso maggio, tuttavia, si registra un aumento totale di 463mila occupati (2,1%) e un aumento del tasso di occupazione dell’1,8%.

Per quanto riguarda la disoccupazione, dai dati risulta una diminuzione dei soggetti in cerca di lavoro di circa 44mila unità rispetto ad aprile, il 2,1%. Risulta quindi una lieve diminuzione del tasso di disoccupazione (-0,1%), ora all’8,1%, calo che coinvolge anche la disoccupazione giovanile, che scende di 2,1 punti ed è ora al 20,1%. Come anticipato, risultano in aumento, invece i soggetti inattivi, soprattutto nella fascia d’età tra i 25 e i 34 anni: si registra un incremento dello 0,4%, circa 48mila unità.

Il tasso di inattività sale quindi di 0.2 punti percentuali, ed è ora al 34,8%. Rispetto a maggio 2021, risulta diminuito sia il tasso di disoccupazione, ridotto di 1.7 punti, che quello di inattività, più basso di 0.7 punti.