Adam Levine infedele, il cantante dei Maroon 5 ha tradito la moglie?

Adam Levine è infedele? Il cantante dei Maroon 5 accusato di aver tradito la moglie Behati Prinsloo. L'amante è una giovane TikToker.

Adam Levine infedele, il cantante dei Maroon 5 ha tradito sua moglie? L’influencer americana Sumner Stroh ha rivelato al suo pubblico di aver avuto una lunga relazione con l’artista, sposato da otto anni con la supermodella Behati Prinsloo.

Clamoroso da TikTok, Adam Levine è infedele: il cantante dei Maroon 5 ha tradito sua moglie?

Uno scandalo clamoroso ha travolto Adam Levine, frontman dell’amata band pop americana Maroon 5. L’influencer e TikToker Sumner Stroh, con oltre 300mila follower sia su Instagram che su TikTok, ha accusato il cantante di aver avuto una relazione extra-coniugale con lei per oltre un anno.

Levine avrebbe quindi tradito sua moglie, la supermodella namibiana Behati Prinsloo, al suo fianco da otto anni e madre delle sue due figlie, con un terzo bimbo in arrivo“Essenzialmente, avevo una relazione con un uomo che è sposato con una modella di Victoria’s Secret.” -spiega l’influencer- All’epoca ero giovane, ingenua e francamente mi sono sentita sfruttata. Non ero nella scena come lo sono ora, quindi ero decisamente manipolabile molto facilmente”.

Il video e gli screen compromettenti: “Posso chiamare mio figlio come te?

Nel video pubblicato da Stroh sul suo canale TikTok, la giovane mostra alcuni screen compromettenti in cui si vedono i presunti messaggi di Levine. A quasi un anno dalla fine della loro relazione, il musicista avrebbe contattato Sumner, con una domanda fuori dal mondo sul suo terzo figlio: “Se sarà un maschio ti va bene se gli do il tuo nome?”. La giovane TikToker si è ritrovata costretta a rivelare la tresca pubblicamente.

Sumner aveva inviato gli screenshot incriminati ad alcuni suoi amici di cui si fidava, che però hanno provato a venderli ad un tabloid.

@sumnerstroh embarrassed I was involved w a man with this utter lack of remorse and respect. #greenscreen ♬ original sound – Sumner Stroh