L’Aquila, toluene nell’acqua: cos’è e perché è stata interrotta la fornitura idrica

L'Aquila, toluene nell'acqua rivelato nelle ultime ore. Tanta preoccupazione per i cittadini che hanno ricevuto la notizia.

L’Aquila, toluene nell’acqua: prima è scattato l’allarme per la presenza della sostanza nociva rilevata dai controlli. Poi, dopo alcuni approfondimenti, il pericolo sembrerebbe rientrato come lo stesso sindaco ha fatto sapere.

L’Aquila, toluene nell’acqua: cos’è

C’è preoccupazione a L’Aquila perché sono state trovate tracce di toluene nell’acqua. Si tratta di una sostanza usata come sostituto del benzene e quindi impiegata per sciogliere resine, grassi, oli, vernici, colle, coloranti e tanti altri composti.

Dal toluene parte il processo per produrre l’esplosivo noto anche come tritolo o TNT, oltre a molti altri compisti chimici come acido benzoico, usato come conservante, fenolo, caprolattame e saccarina.

In passato, Le Iene parlarono di un possibile sversamento di trimetilbenzene nel 2002. «Lei erogherebbe acqua alla gente in questa condizione qua di confusione?», chiese Nadia Toffa al professor Stefano Ragazzi, direttore dei Laboratori Nazionali INFN del Gran Sasso, il quale rispose che sarebbe stato un sollievo per lui non erogare quell’acqua.

Perché è stata interrotta la fornitura idrica

Nelle zone interessate, dov’è stata rilevata la sostanza, l’acqua non potrà essere bevuta né usata per cucinare, ma soltanto per l’igiene personale e usi domestici. A seguito di analisi, è stato rilevato un campione di acqua stoccata preventivamente per controlli nell’ambito del protocollo stabilito da Asl, Arta e Gran Sasso Acqua (Gsa) per permettere il rifacimento della segnaletica all’interno del tunnel del Gran Sasso lungo l’autostrada A24.

La notizia ha creato panico tra i cittadini che si sono riversati immediatamente nei supermercati per fare scorta di acqua. Panico per diverse ore in città.

Tuttavia, effettuando nuovi controlli, l’allarme sembra essere rientrato come ha fatto sapere il sindaco Pierluigi Biondi: “Come prevedevamo, le nuove analisi sono negative. Sto provvedendo a revocare l’ordinanza di non potabilità. Allarme rientrato”.

 

LEGGI ANCHE: Dieta dell’uovo sodo: si perdono 5 kg in 3 giorni. Quali le controindicazioni?