La merendina di San Valentino che ha fatto infuriare il Marocco

Marocco, esplode la polemica per una merendina di San Valentino. I conservatori: "Promuove il degrado, l'amore va vissuto in privato".

Marocco, merendina di San Valentino fa infuriare i conservatori. Le frasi romantiche stampate sulle confezioni di un dolce hanno scatenato le polemiche e dato inizio a campagne di boicottaggio.

Marocco, è polemica per la merendina di San Valentino

Si avvicina San Valentino e, come al solito, sono molti i marchi ad approfittarne con campagne di marketing rivolte alle coppie di innamorati. Ci hanno provato anche in Marocco con “Merendina”, marchio dal nome italiano di un biscotto wafer al cioccolato.

La casa dolciaria proprietaria dello snack, molto venduto tra i giovani, ha prodotto una serie di sacchetti rossi per l’occasione, con frasi romantiche in arabo stampate sull’involucro. Da “Mi manchi” “Ti amo”, a “Sei la cosa più bella della mia vita”. Una simpatica iniziativa, forse anche banale per gli standard occidentali. Non la pensano così diversi gruppi di conservatori in Marocco, che sono andati su tutte le furie.

Le proteste dei conservatori: “Promuove il degrado, l’amore va vissuto in privato”

Le merendine hanno causato un grosso scandalo, dando vita a molte pagine Facebook che aizzano al boicottaggio della merendina. Diverse associazioni di commercianti hanno mostrato indignazione verso la campagna pubblicitaria, definendola dannosa in quanto promotrice di degrado“. Per molti dei contestatori l’amore deve rimanere “un affare privato”, non va sbandierato in piazza ma va gestito “in famiglia”.

Il collettivo marocchino Outlaws, associazione nata a sostegno dell’aborto, si è schierata contro l’ondata di sdegno conservatrice, ricordando che “l’amore non è un crimine”.