Jenna Jameson non può più camminare: la malattia dell’ex pornostar

L'ex pornostar Jenna Jameson, celebre tra gli anni '90 e 2000, non può più camminare per colpa della sua malattia: cosa è successo?

Jenna Jameson non riesce più a camminare: che malattia ha l’ex pornostar? L’attrice erotica americana ha dato l’annuncio drammatico sul suo profilo instagram. Cosa è successo?

L’ex pornostar americana Jenna Jameson non può più camminare: che malattia ha?

La pornostar americana Jenna Jameson, celebre tra gli anni ’90 e 2000, ha annunciato sul suo profilo instagram di non essere più in grado di camminare. Nel suo videomessaggio sui social, ha spiegato che i medici sospettano che abbia la sindrome di Guillan-Barré“Resto in ospedale fino a quando la cura e il trattamento non sarà completa” –afferma l’ex attrice erotica 47enne- “Non sono vaccinata.

Questa non è una reazione al vaccino. Volevo solo dirvi che vedo e leggo tutti i vostri messaggi e lo apprezzo moltissimo”. L’attrice stava male da diversi giorni e si era recata in ospedale già la settimana scorsa, a causa di continui attacchi di vomito. Suo marito, l’imprenditore israeliano Lior Bitton, è stato intervistato da CNN“È tornata a casa l’altro giorno e non riusciva più a camminare. I muscoli delle sue gambe erano veramente deboli, non riusciva più a muoversi nemmeno per andare in bagno”.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Jenna Jameson Bitton (@jennacantlose)

Che cos’è la sindrome di Guillan-Barré?

La sindrome di Guillan-Barré è una rara malattia che provoca una reazione autoimmunitaria che attacca il sistema nervoso periferico, ovvero quello che mette in contatto il cervello con il resto del corpo.

Chi è affetto dalla sindrome subisce graduali lesioni dei nervi a causa della demielinizzazione, ovvero il deterioramento delle guaine mieliniche, il rivestimento protettivo dei neuroni. La demielinizzazione è un danno tipico di molte malattie croniche e degenerative, tra cui la sclerosi multipla. Le cause dietro la sindrome di Guillan-Barré sono tutt’oggi molto difficili da stabilire. Secondo diversi esperti, alcune infezioni possono essere fattori che favoriscono il presentarsi della malattia. Il 75% dei pazienti affetti dalla sindrome, prima di presentarne i sintomi, ha avuto infezioni alle vie respiratorie o all’intestino.