Italiani arrestati in India: l’accusa è di aver disegnato graffiti sulla metro

Italiani arrestati in India: secondo quanto è stato diffuso dai media locali indiani, quattro giovani writers sono stati fermati dalla polizia

Italiani arrestati in India: nella mattinata di martedì 4 ottobre 2022, è giunta la notizia del fermo di quattro ragazzi di origini italiane. I media locali hanno diffuso la foto dei quattro giovani all’interno della stazione di polizia.

Italiani arrestati in India

Notizia di questa mattina, martedì 4 ottobre 2022, che quattro writers italiani sono stati arrestati in India e con precisione nella città di Ahmedabad. Si tratta del 24enne Gianluca Cudini di Tortoreto (Teramo), il 29enne Baldo Sacha di Monte San Vito (Ancona), il 21enne Daniele Stranieri di Spoltore (Pescara) e il 27enne Paolo Capecci di Grottammare (Ascoli Piceno).

I ragazzi si trovano in India con un visto turistico di durata mensile e sono giunti a Dubai la scorsa settimana.

L’accusa è di aver disegnato graffiti sulla metro

Secondo le accuse della autorità locali, si sarebbero introdotti in un’area ad accesso riservato e avrebbero disegnato graffiti su due carrozze della metropolitana cittadina. Inoltre, secondo quanto raccontato ai media da un agente, i writer affermano di avere disegnato i murales e le tag “per gioco” e che la scritta “Tas” significherebbe “tagliatelle alla salsa”.

I media indiani ha pubblicato la foto dei quattro italiani all’interno di una stazione di polizia. L’accusa per loro è di avere danneggiato una pubblica proprietà, per un danno di 50 mila rupie (circa 600 euro), e di essersi introdotti in aree vietate al pubblico.

 

LEGGI ANCHE: Pillole iodio: la minaccia della guerra nucleare fa scattare l’allarme. Gli esperti frenano: “Sono inutili”