Guido Maria Brera, chi è lo scrittore marito di Caterina Balivo: ex moglie, figli, libri, Diavoli

Chi è Guido Maria Brera, scrittore, dirigente e manager finanziario marito di Caterina Balivo. È l'autore di I Diavoli, il libro che ha ispirato la nota serie Sky.

Chi è Guido Maria Brera, scrittore e dirigente nonché marito della conduttrice Caterina Balivo. Il manager finanziario è sposato con la presentatrice campana dal 2014. Ha scritto il riuscito romanzo I diavoli, dal quale è stata tratta anche una serie tv.

Chi è Guido Maria Brera, vita e carriera dello scrittore e dirigente

Nato a Roma il 27 agosto 1969, Guido Maria Brera è un noto dirigente d’azienda e scrittore, noto al grande pubblico anche per aver sposato la conduttrice Caterina Balivo.

Cresciuto nella capitale, si laurea alla Sapienza di Roma per poi trasferirsi a Milano. È nel capoluogo lombardo che Brera comincia a farsi strada nel mondo bancario, lavorando in diverse vesti per il gruppo Fineco. Nel 1999 diventa co-fondatore del Gruppo Kairos, blocco di società che operano nel settore del risparmio e della finanza.

Nel 2014 fa il suo esordio da scrittore con il romanzo I diavoli, la cui storia diventa la base dell’omonima serie televisiva firmata Sky.

La seconda stagione dello show, composto da otto episodi, è in onda in prima visione sui canali del colosso europeo della tv on demand. Nel corso degli anni Brera ha scritto altri tre romanzi: Tutto è in frantumi e danza, Candido e il suo ultimo lavoro Dimmi cosa vedi tu da lì. Un romanzo keynesiano, uscito in concomitanza con la seconda stagione di Diavoli.

Vita privata: Caterina Balivo, figli, ex moglie

Guido Maria Brera è sposato con Caterina Balivo dal 30 agosto 2014, quando la coppia ha celebrato il suo matrimonio civile a Capri.

Guido e Caterina hanno avuto due figli: Guido Alberto (29 maggio 2012) e Cora (16 agosto 2017). Per lo scrittore, tuttavia, questo non è il primo matrimonio. Brera ha infatti un’ex moglie, madre dei suoi primi due figli. In un’intervista a Vanity Fair, il dirigente ha spiegato di essersi sposato molto giovane: “Eravamo due ragazzi quando ci siamo sposati, credo volessimo cose molto diverse. Siamo stati tre anni a Londra, ma per me vivere in città è impossibile, se non vedo fuori dalla finestra natura e orizzonte sto male.

Quindi dopo poco ho trasferito la famiglia in Val Pusteria, dove andavo in vacanza da piccolo. Si sono adattati bene e io facevo avanti e indietro, ma il rapporto con mia moglie era già logorato. Mi sono separato quando ho avuto la certezza che avrei potuto vedere i miei figli ogni volta che volevo. Oggi ho una famiglia allargata che funziona grazie a noi, ma anche a Caterina che è stata eccezionale da questo punto di vista”.