Live

Gino Strada, la causa della morte: aveva una malattia al cuore

Non è ancora stata ufficializzata la causa della morte di Gino Strada. Da tempo però era molto malato e soffriva di problemi al cuore.

Il noto attivista, medico e fondatore della ONG Emergency è deceduto il 13 agosto 2021. Secondo quanto riferito da fonti vicine alla famiglia, al momento del decesso il chirurgo di guerra, che soffriva da tempo di problemi di cuore, si trovava in Normandia. Ecco cosa si sa della causa della morte di Gino Strada.

Scomparso Gino Strada: la causa della morte

A 73 anni, in Normandia, si è spento Gino Strada. Il noto filantropo era molto malato e soffriva da tempo di problemi di cuore. Nelle ultime settimane la cardiopatia lo aveva costretto a rinunciare a diversi impegni e appuntamenti, ai quali il fondatore di Emergency si era sottratto dicendosi indisposto. Del suo decesso si è avuta notizia attraverso fonti vicine alla famiglia. Tuttavia, non è ancora stata ufficializzata la causa della morte di Gino Strada.

Il commiato degli amici e di Emergency

Nel frattempo in tantissimi stanno rivolgendo un pensiero al medico per la pace, che ha dedicato tutta la propria vita agli altri. Dalla figlia Cecilia Strada, impegnata nel salvataggio di vite umane nel Mediterraneo, alla Ong da lui fondata, a diverse figure del mondo della politica.

Amici, il mio papà Gino Strada non c’è più. Io vi abbraccio ma non posso rispondere ai vostri tanti messaggi (grazie), perché sono qui: dove abbiamo appena fatto un soccorso e salvato vite. È quello che mi hanno insegnato lui e la mia mamma. Abbracci forti a tutte e tutti“, ha scritto Cecilia Strada sui social.

Mentre così Emergency ricorda il suo fondatore: “Tra i suoi ultimi pensieri, c’è stato l’Afghanistan, ieri. È morto felice. Ti vogliamo bene Gino. Non riusciamo a pensare di stare senza di lui, la sua sola presenza bastava a farci sentire tutti più forti e meno soli, anche se era lontano. È stato fondatore, chirurgo, direttore esecutivo, l’anima di EMERGENCY. ‘I pazienti vengono sempre prima di tutto’, il senso di giustizia, la lucidità, il rigore, la capacità di visione: erano queste le cose che si notavano subito in Gino. E a conoscerlo meglio si vedeva che sapeva sognare, divertirsi, inventare mille cose“.

Un messaggio di cordoglio arriva anche da parte del presidente del Consiglio Mario Draghi. “Strada ha trascorso la sua vita sempre dalla parte degli ultimi, operando con professionalità, coraggio e umanità nelle zone più difficili del mondo. L’associazione “Emergency”, fondata insieme alla moglie Teresa rappresenta il suo lascito morale e professionale. Alla figlia Cecilia, a tutti i suoi cari e ai colleghi di Emergency, le più sentite condoglianze del governo“.