Genova, va in pattini sull’autostrada A10: “Colpa del navigatore”

Genova, ragazza fermata mentre percorre in pattini l'autostrada A10: "Seguivo solo le indicazioni del navigatore satellitare".

Genova, ragazza va in pattini sull’autostrada A10: “Seguivo solo il navigatore”. Le forze dell’ordine hanno fermato la giovane donna, allertati dalle telefonate incredule degli automobilisti. La pattinatrice è stata punita con una multa e una segnalazione alla Motorizzazione.

Incredibile a Genova, ragazza in pattini sull’autostrada A10: “Seguivo il navigatore”

Lo scorso sabato notte, molti automobilisti in viaggio sull’autostrada A10 tra Genova Ventimiglia si son trovati davanti uno spettacolo inusuale e spiazzante.

In molti hanno infatti segnalato la presenza di una giovane donna in pattini ai lati della corsia di marcia, intenta a percorrere l’autostrada. La ragazza, ripresa in video da più automobilisti e da diverse telecamere di sorveglianza, è stata poi fermata dalle forze dell’ordine. La polizia ha inviato due pattuglie, una per rallentare i veicoli in arrivo da dietro, l’altra per intercettare direttamente la pattinatrice e bloccarla in sicurezza in un parcheggio.

In risposta alle insistenti richieste di spiegazioni da parte degli agenti, la ragazza ha candidamente ammesso di aver seguito la strada più breve per la sua destinazione indicatale dal GPS. Stavo solo seguendo le indicazioni del navigatore satellitare” ha affermato la donna.

La polizia: “È importante essere consapevoli dei rischi che si corrono in strada”

L’assurda vicenda ha senz’altro lasciato sconcertati gli agenti di polizia. Paolo Maria Pomponio, direttore del Servizio Polizia stradale ha commentato il frustrante episodio: “”Questo episodio ci fa capire quanto sia importante la mancanza di consapevolezza dei rischi che si corrono quando si sta sulla strada in modo scellerato. Che ci vuole a comprendere cosa mi potrà accadere se mi accingo con i pattini a percorrere l’autostrada, con tutti i tir e le auto che mi sfrecciano di fianco?”. La condotta della pattinatrice autostradale non è rimasta impunita.

La ragazza dovrà pagare una multa salata e non solo. Gli agenti hanno segnalato il suo nome alla Motorizzazione civile, qualora in futuro decida di prendere la patente.