Generali senza pace, Caltagirone si dimette dal CdA: cosa è successo

Generali, Caltagirone si dimette dal CdA: cosa è successo? L'imprenditore romano lascia il consiglio per la seconda volta. Chi lo sostituirà?

Francesco Gaetano Caltagirone si dimette dal CdA di Generalicosa è successo? L’imprenditore romano ha lasciato con effetto immediato il ruolo di consigliere di amministrazione non indipendente. Nei prossimi giorni verrà annunciato il suo sostituto. Caltagirone si era opposto alla riconferma di Philippe Donnett come amministratore delegato.

Generali, Caltagirone si dimette dal CdA, cosa è successo?

A poche settimane dall’elezione del Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali, la compagnia si prepara ad affrontare un cambiamento improvviso.

Il consigliere di amministrazione non indipendente Francesco Gaetano Caltagirone si è dimesso dal CdA con effetto immediato. È il secondo brusco addio per il ricco imprenditore romano, dopo le sue dimissioni dello scorso gennaio.

La notizia arriva da un comunicato ufficiale della compagnia d’assicurazioni triestina. Al momento non sono noti i motivi dietro la decisione. Come ricorda la nota di Generali, l’imprenditore è il primo azionista privato della compagnia: “Il consigliere Caltagirone, direttamente o attraverso società a lui riconducibili, detiene una quota del capitale sociale di Assicurazioni Generali S.p.A.

pari al 9,95%“.

Durante la prima riunione del nuovo CdA, Caltagirone si era opposto alla riconferma di Philippe Donnett come amministratore delegato. Era inoltre entrato in conflitto col consiglio per quanto riguarda la definizione dei comitati. Ad oggi i comitati non hanno rappresentanti delle minoranze, ovvero della lista presentata dall’imprenditore romano lo scorso 29 aprile, dalla quale sono stati eletti tre consiglieri.

Chi sono i candidati per la sostituzione?

Chi sono quindi i principali candidati per la sostituzione di Caltagirone? Al momento nessun membro del Consiglio ha voluto commentare la vicenda.

Secondo la nota ufficiale, il CdA “sarà convocato nei prossimi giorni per ogni conseguente decisione in merito alla sua sostituzione”. Il regolamento interno stabilisce che, in casi di questo tipo, può essere preso in considerazione il primo consigliere non eletto della lista Caltagirone. In questo caso si tratterebbe di Roberta Neri, in passato direttore finanziario di Acea.