Live

Francesca Dallapé è incinta: l’annuncio su Instagram

Francesca Dallapé è di nuovo incinta. L'annuncio arriva su Instagram: "Innamorata di te, di noi e di questa nuova vita dentro di me!"

La tuffatrice olimpica Francesca Dallapé, argento nel tuffo sincronizzato a Rio 2016 insieme a Tania Cagnotto, è incinta. Il felice annuncio arriva su Instagram, sul profilo dell’atleta, dove dichiara tutto il suo amore per il compagno Fabio Schirripa e per il bimbo in arrivo: “Innamorata di te, di noi e di questa nuova vita dentro di me!!”

Francesca Dallapé è incinta, l’annuncio ufficiale

Una lieta notizia per la tuffatrice olimpica Francesca Dallapé, 35 anni, che ha annunciato con un post su Instagram di essere di nuovo incinta. La nuotatrice italiana si mostra radiosa per la notizia insieme al compagno Fabio Schirripa, per il quale proclama tutto il suo amore. La coppia vive un’appassionata storia d’amore da due anni.

View this post on Instagram

 

A post shared by Francesca Dallapè (@francescadallape)

L’atleta è stata sommersa da commenti di congratulazioni da parte di fan, amici e familiari. È la seconda gravidanza per Francesca Dallapé: la sua prima figlia, la piccola Ludovica, è nata il 4 Maggio 2017. Il padre di Ludovica è l’ex marito Manuel Panzolato, dal quale si è separata nel 2018.

Due mamme olimpiche: Francesca Dallapé e Tania Cagnotto

Francesca Dallapé, nata a Trento il 24 Giugno del 1986, è una tuffatrice italiana, storica metà di Tania Cagnotto nel sincro, e ha un palmares di tutto rispetto. Nella disciplina del tuffo sincronizzato, Francesca Dallapé vanta otto ori agli Europei di Nuoto e Tuffi, ottenuti tra il 2009 e il 2015, due argenti ai Mondiali nel 2009 e nel 2013, e infine l’indimenticabile argento, alle Olimpiadi di Rio 2016.

La coppia di tuffatrici, entrambe neomamme, ha provato a mettersi alla prova anche per le Olimpiadi di Tokyo 2021. Francesca Dallapé aveva rilasciato dichiarazioni molto determinate: “Io e Tania abbiamo avuto le nostre figlie quasi in contemporanea, la mia Ludovica e la sua Maya hanno solo otto mesi di differenza. Non sono una di quelle mamme che rimpiangono la pancia. Non sono mai stata ferma in vita mia, e non ne potevo più di stare sul divano. Così l’ho richiamata e le ho fatto la proposta. Sarebbe stato un bel messaggio: due mamme alle Olimpiadi. Per dimostrare che noi donne, quando mettiamo su famiglia, non dobbiamo rinunciare al lavoro e alle nostre passioni“.

L’atmosfera di incertezza attorno alle Olimpiadi a causa della pandemia, fu un grosso freno: “Dopo un lungo periodo di riflessione dovuto a questo stop forzato, io e Tania abbiamo valutato più e più volte se andare avanti. Inizialmente ci siamo fatte un po’ demotivare psicologicamente dall’insicurezza del calendario, dal non sapere se quest’anno i giochi olimpici si sarebbero potuti svolgere o meno, dall’idea di non avere un obiettivo certo. Elementi che ci hanno fatto pensare di non riuscire ad andare avanti”.

La gravidanza di Tania Cagnotto e il ritiro dal sincro

L’annuncio della gravidanza di Tania ha cambiato tutto: “Abbiamo continuato ad allenarci e prima del lockdown avevamo ripreso a crederci molto. Eravamo in forma e c’era grande volontà di andare avanti, ma poi la decisione finale è arrivata nel momento in cui Tania mi ha confidato di essere incinta. Ovviamente sono davvero felice per lei e per la nuova vita che la aspetta!”

Francesca Dallapé ha dichiarato di voler continuare a gareggiare nelle gare in singolo: “Concludo insieme alla mia compagna storica il mio percorso da tuffatrice in sincro, continuerò però a gareggiare dal trampolino dei 3 metri in singolo per il mio Gruppo Sportivo dell’Esercito che ringrazio ancora per la vicinanza e la comprensione in questo periodo difficile. Auguro ogni fortuna alla coppia Bertocchi, Pellacani a cui vorrei passare il nostro testimone. Ora tocca a loro inseguire il sogno olimpico e difendere il podio nei 3 metri sincro”.

Tania Cagnotto aggiunse: “La mia collega e compagna di sincro Francesca Dallapé ha avuto questa folle idea di riprovarci per le Olimpiadi di Tokyo, tutte e due da mamme. Però il lockdown e la scelta di posticipare le Olimpiadi di un anno hanno cambiato tutto. Così, ho scelto la famiglia. Per qualche anno mi dedicherò a fare la mamma“.