Live

Facebook Meta: cosa cambia, utilizzo foto, bufale

Facebook Meta: cosa cambia con il passaggio al nuovo logo e nome dell'azienda di Zuckerberg. Attenzione alle bufale sociale del 2022

Facebook Meta: cosa cambia con il passaggio al nuovo nome. Diverse novità e cambiamenti sia nell’immediato sia nel prossimo futuro. Zuckerberg guarda al futuro.

Facebook Meta: cosa cambia

“L’azienda Facebook adesso si chiama Meta. Con questa notifica, Mark Zuckerberg ha annunciato al tutto mondo dei social il passaggio ufficiale al nuovo logo e nome della propria azienda.

Già da almeno un mese sia Facebook , sia Whatsapp, che Instagram, presentano la scritta “from Meta”.

  Poi dal 4 gennaio gli utenti di Facebook si sono ritrovati sulla propria home la notifica sul nome nuovo. “Facebook Ireland Limited ha cambiato il suo nome in Meta Platforms Irelans Limited. Abbiamo aggiornato le Condizioni d’Urso, la Normativa sui dati e la Normativa sui cookie di Instagram in modo che riflettano il nuovo nome”. 

Nella pratica e nell’immediato è cambiato poco e infatti il messaggio continua sottolineando che “il nome dell’azienda è cambiato, ma continuiamo a offrire gli stessi prodotti, compresa l’app Facebook di Meta.

La Normativa sui dati e le Condizioni d’uso restano in vigore. Inoltre, la modifica del nome non influisce sull’uso che facciamo dei dati o sulla loro condivisione”.

Facebook Meta: utilizzo foto

Dopo il passaggio al cambio nome è circolata una notizia rispetto all’uso delle foto. Nel testo si faceva riferimento a un presunto articolo dell’Uniform Commercial Code in base al quale gli utenti avrebbero dovuto negare il consenso alla piattaforma di utilizzare le proprie foto che erano state pubblicate in precedenza.

Il testo approdato in Italia inizia con «Nuova regola Facebook Meta» e sostiene che il social network di Mark Zuckerberg, abbia la possibilità di utilizzare le foto pubblicate dai singoli utenti.

Facebook Meta: bufale

In realtà, il messaggio che è circolato rispetto all’utilizzo delle foto non era completo ma soprattutto è da considerarsi come la prima bufala non solo del nuovo anno ma anche del nuovo Meta.

Meta non ha dato alcuna notizia del cambio di regole in tal senso e i Termini di Servizio sono rimasti gli stessi.

Facebook stesso ha fatto sapere che il nome dell’azienda è cambiato ma «la nostra politica sui dati e i termini di servizio rimangono in vigore, e questo cambiamento di nome non influisce su come usiamo o condividiamo i dati».

LEGGI ANCHE: Facebook cambia nome: il “rebranding” salverà Zuckerberg?