Elezioni Latina, si torna al voto dopo la decisione del Tar: ecco quando e perché

Elezioni Latina: il Tar ha deciso e ha messo tutto di nuovo in discussione. Dunque, nella città laziale si tornerà al voto.

Elezioni Latina: sindaco eletto Damiano Coletta è decaduto. La decisione è arrivata attraverso la decisione del Tar che ha trovato delle incongruenze nell’elezione di ottobre 2021. Ecco che nella città laziale si tornerà nuovamente al voto.

Elezioni Latina, si torna al voto dopo la decisione del Tar

A Latina, Comune della Regione Lazio, si ritornerà a votare. Infatti, il sindaco Damiano Coletta è decaduto. Il Tar ha accolto uno dei ricorsi per anomalie sul voto del 3 e 4 ottobre 2021, annullando così la proclamazione degli eletti e l’esito in ventidue sezioni per la città.

Nella sentenza del Tar si legge: “Dalle risultanze si deve quindi affermare che non risulta soddisfatto il requisito della corrispondenza, tra le schede autenticate, quelle utilizzate per il voto e quelle non utilizzate, nelle seguenti Sezioni: 24, 40, 44, 60, 64, 68, 69, 73, 75, 76, 81, 83, 85, 86, 94, 95, 98, 103, 106, 107, 109, 110”,  e dispone la rinnovazione di dette operazioni limitatamente a tali sezioni”.

Ecco quando e perché

Secondo il Tar, ci sarebbero  alcune incongruenze riscontrate nei verbali approvati da diversi presidenti di seggio. Infatti, nel ricorso, si sottolineava che il mancato raggiungimento del 50% più uno dei voti al primo turno del candidato sindaco Zaccheo sarebbe stato determinato “da un significativo numero di voti illegittimamente assegnati e da schede elettorali illegittimamente rendicontate nei verbali delle sezioni elettorali”. 

In alcune sezioni, si legge nella sentenza, “non sussiste la necessaria corrispondenza tra il numero delle schede complessivamente autenticate e la somma delle schede utilizzate dagli elettori e di quelle autenticate ma non utilizzate”, in altre non sussiste la corrispondenza tra elettori votanti e numero di voti espressi, in altre il numero di schede autenticate è superiore al numero di elettori, in altre a causa delle omissioni dei verbali non è possibile effettuare un esatto conteggio, in altre è stato autenticato un numero maggiore di schede rispetto al numero di elettori, ed ancora, in altre sono presenti nei verbali evidenti correzioni ed abrasioni”.

Il Centrodestra esulta dopo la decisione del tar: “La Lega con Zaccheo è pronta a conquistare anche Latina, mandando in soffitta il pessimo governo di Damiano Coletta che ha ridotto in uno stato pietoso la seconda città del Lazio. Noi siamo pronti con il centrodestra unito, il cui timone sarà nelle mani di un uomo delle istituzioni per far ripartire Latina”, ha detto Claudio Durigon, deputato e coordinatore regionale della Lega Lazio.

Dunque, si dovrà ritornare alle urne e probabilmente sarà in autunno 2022.