Dostoevskij, Bicocca fa marcia indietro: “Parleremo con Paolo Nori”

Dostoevskij, Bicocca torna sui suoi passi: "Il corso si farà, parleremo con Paolo Nori". Lo scrittore aveva denunciato la cancellazione del corso.

Bicocca, lo scrittore Paolo Nori denuncia la cancellazione del suo corso su Fedor Dostoevskij: perché, cosa è successo? L’ateneo ha deciso di rimandare il corso sullo storico romanziere russo a causa dell’invasione dell’Ucraina“Vogliamo evitare qualunque forma di polemica interna”. Nori non ci sta: “Censurare un corso è ridicolo”. Poche ore dopo, Bicocca fa dietrofront“Il corso si terrà nei giorni stabiliti, parleremo con Nori”.

Bicocca, censurato corso su Fedor Dostoevskij, Paolo Nori sbigottito: “Ridicolo”

Lo scrittore Paolo Nori ha denunciato sul suo profilo Instagram quel che definisce un episodio di censura e “cancel culture”. L’Università degli Studi Bicocca di Milano gli ha infatti comunicato di aver cancellato il suo corso sul romanziere Fedor Dostoevskij. Nei prossimi giorni, era infatti prevista una serie di quattro lezioni sul celebre autore russo, basate sull’ultimo libro di Nori, Sanguina ancora. L’incredibile vita di Fëdor M. Dostoevskij. La causa della cancellazione è la recente invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Questa la mail ricevuta dallo scrittore: “Caro professore, stamattina il prorettore alla didattica mi ha comunicato la decisione presa con la rettrice dì rimandare il percorso su Dostoevskij. Lo scopo è quello dì evitare ogni forma dì polemica soprattutto interna in quanto momento dì forte tensione“.  

La decisione ha lasciato Nori senza parole: Mi avevano invitato loro, trovo che quello che sta succedendo in Ucraina sia una cosa orribile e mi viene da piangere solo a pensarci.

Ma quello che sta succedendo in Italia oggi, queste cose qua, sono cose ridicole: censurare un corso è ridicolo“. Lo scrittore, incredulo, ha poi aggiunto: “Non solo essere un russo vivente è una colpa oggi in Italia. Ma anche essere un russo morto, che quando era vivo nel 1849 è stato condannato a morte perché aveva letto una cosa proibita lo è. Che una università italiana proibisca una corso su un autore come Dostoevskij è una cosa che io non posso credere“.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by paolo nori (@paolo.nori)

Bicocca fa marcia indietro: “Aperti al dialogo, il corso si farà. Parleremo con Paolo Nori”

Poche ore dopo la denuncia di Paolo Nori, l’Università Bicocca è tornata sui suoi passi.

L’ateneo ha comunicato su Twitter che la decisione di rinviare il corso è stata revocata: L’Università di Milano Bicocca è un ateneo aperto al dialogo e all’ascolto anche in questo periodo molto difficile che ci vede sgomenti di fronte all’escalation del conflitto. Il corso dello scrittore Paolo Nori si inserisce all’interno dei percorsi Bbetween Writing, rivolti agli studenti e alla cittadinanza che mirano a sviluppare competenze trasversali attraverso forme di scrittura. L’ateneo conferma che il corso si terrà nei giorni stabiliti e tratterà i contenuti già concordati con lo scrittore.

Inoltre la rettrice dell’Ateneo incontrerà Paolo Nori la prossima settimana per un momento di riflessione“.