Doodle di Google oggi 25 giugno 2022 è per Anna Frank: perché questa scelta

Doodle di Google oggi 25 giugno 2022: oggi il motore di ricerca vuole ricordare ed onorare la memoria di Anna Frank.

Doodle di Google oggi 25 giugno 2022 racconta la vita e le memorie di Anna Frank, giovane ebrea vittima del terribile Olocausto. La scelta di questa giornata ha una motivazione particolare che ricorda uno strumento nelle mani della giovane diventato famoso.

Doodle di Google oggi 25 giugno 2022 è per Anna Frank

Oggi 25 giugno 2022, Google attraverso il suo Doodle decide di ricordare ed onorare la memoria di Anna Frank, giovane ebrea vittima dell’Olocausto.

Anna Frank è nata nel 1929 a Francoforte e all’età di quattro anni si è trasferita insieme alla sua famiglia ad Amsterdam. Nel 1940 i Paesi Bassi vengono invasi dall’esercito tedesco. Il 12 giugno 1942, giorno del suo tredicesimo compleanno, Anna riceve in regalo un diario. Il 6 luglio 1942, per sfuggire ai nazisti, che arrestano tutti gli ebrei per portarli nei campi di concentramento, la famiglia Frank si nasconda dagli invasori in un alloggio presente nei magazzini della ditta di Otto Frank.

Perché questa scelta

Oggi ricorre il 75° anniversario della pubblicazione del suo diario, considerato uno dei libri più importanti della storia. Con il Doodle, vengono ricordati e raccontati alcuni dei passi delle sue celebri memorie. Anna Frank scrisse il suo diario tra i 13 e 1 5 anni mentre si trovava nascosta in una soffitta di Amsterdam con la sua famiglia e le sue pagine sono considerate tra le più importanti della storia moderna sulla Shoah.

Nel suo diario Anna Frank parla delle angosce, delle paure ma anche dei sogni, della speranza, della distribuzione del cibo, dei turni in bagno, del cibo che non arriva, delle malattie temute e dell’andamento della guerra. L’ultima pagina scritta porta la data del 1º agosto 1944; il 4 agosto l’alloggio segreto verrà scoperto e tutti i suoi abitanti saranno arrestati.

 

LEGGI ANCHE: Giornata della Memoria, le frasi per non dimenticare: da Anna Frank a Primo Levi