Cupola termica: cos’è? In India e Pakistan temperature record: fino a 65°

Cos'è la cupola termica, il fenomeno meteorologico che ha provocato l'ondata di caldo record in India e Pakistan. Cosa sta succedendo?

Cos’è la cupola termica? Un’ondata di calore impressionante ha colpito l’India e il Pakistan, con temperature da record fino a 65°. I paesi si preparano a crisi su tutti i fronti: carestia, carenza di risorse idriche ed incendi. Cosa sta succedendo?

Cos’è cupola termica, il fenomeno meteorologico che ha colpito India e Pakistan

Continua la crisi climatica in India e Pakistan. Un’ondata di caldo devastante ha colpito i due paesi nell’ultimo mese, con temperature che, nel weekend, sono oscillate tra i 45 e i 50 gradi, con picchi record fino a 65 gradi.

Un vero e proprio inferno causato, secondo gli esperti, da un fenomeno meteorologico noto come cupola termica. Come spiegato nel dettaglio dagli studiosi del NOAA, l’Amministrazione nazionale per l’osservazione oceanica ed atmosferica statunitense, la cupola si forma quando certe condizioni atmosferiche catturano l’alta pressione, bloccando e concentrando il calore su una specifica regione. Un simile evento era stato già accaduto in Canada nel giugno del 2021, quando si raggiunse un picco di 46,6 gradi, la temperatura più alta mai registrata nel paese.

È crisi climatica: incendi catastrofici, blackout ed alto rischio di carestia

Il caldo torrido potrebbe avere conseguenze gravissime sui due paesi, soprattutto nelle fasce più povere della popolazione. A causa della crisi climatica si sono già verificati blackout tagli alla fornitura idrica. A New Dehli, un incendio di enormi proporzioni ha bruciato la discarica di Bhalaswa. Le immagini della montagna di rifiuti in fiamme, alta più di 60 metri, hanno fatto il giro del web.

L’incendio non ha fatto altro che peggiorare una situazione già critica: esalazioni di gas tossici si sono diffuse nei quartieri circostanti, nuocendo ai residenti. Si tratta del quarto rogo in una discarica nella capitale indiana causato dal caldo eccessivo, e solo l’ultimo di una serie di incendi che ha colpito le foreste, gli ospedali e diversi edifici del paese.

Con l’aumento vertiginoso del consumo di elettricità, India e Pakistan hanno imposto limiti e restrizioni per l’uso di aria condizionata.

La cupola sta avendo quindi conseguenze serie anche sulla complicata situazione energetica dell’India, che faceva già i conti con la carenza di carbone, sua principale fonte di elettricità. Il calo di forniture idriche porterà problemi non solo alla popolazione, ma anche al settore agricolo, per il quale si prospetta un periodo difficilissimo. La situazione è critica soprattutto in Pakistan, dove il 40% della popolazione lavora nell’agricoltura. Secondo le ultime previsioni, l’ondata di caldo dovrebbe continuare almeno fino al 2 maggio nelle regioni indiane centro-settentrionali.