Crisi del grano, contatti Turchia-Russia. E una nave turca lascia Mariupol

Crisi del grano, contatti Turchia-Russia per provare a sbloccare l'export. E intanto una prima nave turca lascia Mariupol

Sulla crisi del grano Russia e Turchia stanno avendo contatti in queste ore per provare a sbloccare la situazione dell’export. È quanto trapela anche da quanto riferito dal ministero della Difesa di Mosca, che ha confermato che la Russia e la Turchia hanno deciso di tenere ulteriori consultazioni per sbloccare il grano fermo nei porti dell’Ucraina in modo da garantire un export sicuro.

Crisi del grano, contatti Turchia-Russia

Il comunicato stampa riguardante la crisi del grano, come riportato anche dall’agenzia Adnkronos, segue l’annuncio di ieri della presidenza di Ankara di prossimi colloqui in Turchia tra le delegazioni di Russia e Ucraina con la partecipazione del presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. Prevista anche una missione di una delegazione militare turca in Russia questa settimana.

Nave turca parte da Mariupol

Intanto, a seguito dei colloqui tra le due delegazioni, si fa sapere che una nave mercantile turca ha lasciato oggi il porto ucraino di Mariupol dopo i colloqui tra le delegazioni turca e russa a Mosca sul grano bloccato in Ucraina. A darne notizia è il ministero della Difesa turco come anche riportato dall’Ansa, che fa sapere che si tratta della “prima nave straniera di lasciare il porto ucraino di Mariupol”, caduto in mano ai russi a maggio.