Covid in Cina, rischio lockdown a Pechino: cosa sta succedendo

Allerta Covid in Cina, Pechino rischia il lockdown come Shangai. Test di massa in città e supermercati sotto assalto.

Continua l’allerta Covid in Cina, rischio lockdown anche a Pechino: costa sta succedendo? La capitale cinese rischia il regime di chiusura totale, come già successo a Shangai. Test di massa in tutta la città e supermercati sotto assalto.

Covid in Cina, Pechino rischia il lockdown: cosa sta succedendo?

L’ombra del Covid-19 si abbatte anche su Pechino. Un’impennata di contagi nella capitale cinese ha portato a una campagna di test di massa a Chaoyang, il distretto più popoloso della città, con circa 3.45 milioni di abitanti.

I cittadini, temendo un lockdown simile a quello di Shangai, hanno preso d’assalto i supermercati per fare scorta di cibo e beni di prima necessità. È il seguito di una preoccupante ondata dell’epidemia da coronavirus che ha colpito il paese dallo scorso marzo. La Cina ha reagito con la radicale politica “Zero Covid“, nel tentativo di contenere la diffusione del virus quanto più possibile. Quando viene localizzato un nuovo caso, le autorità locali avviano procedure di contenimento localizzato e screening di massa, per individuare ed isolare gli infetti il prima possibile.

Pechino, 47 casi da venerdì: “L’epidemia si sta sviluppando rapidamente”

Molti video diffusi sui social mostrano le file chilometriche dei cittadini cinesi in attesa di fare il test nelle cabine improvvisate preposte dal governo. Ad attenderli vi sono squadre di medici in tute protettive. Secondo un ufficiale del comune di Pechino la situazione è grave: “L’attuale epidemia a Pechino si sta diffondendo furtivamente da fonti ancora sconosciute e si sta sviluppando rapidamente”.

Da venerdì scorso sono 47 i casi riportati a Pechino, di cui più della metà nel distretto di Chaoyang, mentre nelle ultime 24 ore è stato battuto il record di morti, con 51 deceduti.