Cori razzisti, curva della Lazio chiusa per un turno

Il giudice sportivo della seria A chiude per un turno la curva Nord della Lazio dopo i cori razzisti verso i giocatori del Lecce

Il giudice sportivo della seria A chiude per un turno la curva Nord della Lazio dopo i cori razzisti verso i giocatori del Lecce.

Cori razzisti, curva della Lazio chiusa per un turno

La decisione di chiudere la curva della Lazio arrivata dal giudice sportivo, dopo che è arrivato “il referto arbitrale e la relazione dei collaboratori della Procura federale”. In questo documento, in particolare, è stato spiegato come “durante l’intera gara i sostenitori della società Lazio, assiepati nel settore “ospiti distinti sud-est” si sono resi “responsabili nella quasi totalità (circa 1.000 dei 1.072 occupanti), di ripetuti cori espressione di discriminazione razziale nei confronti dei calciatori del Lecce, Banda ed Umtiti“. La curva Nord dell’Olimpico sarà dunque chiusa in occasione della gara di campionato di domenica alle 15 tra Lazio ed Empoli.

La S.S. Lazio, che è intervenuta sulla vicenda, ha pubblicato un post su Facebook che presenta parole chiare: “Sempre contro ogni forma di razzismo e discriminazione”.

Approfondimento anche su Inter-Napoli

Gli ispettori della Procura federale hanno segnalato cori di discriminazione razziale anche nella partita di campionato che si è giocata tra Inter e Napoli, da parte dei tifosi azzurri presenti a San Siro e rivolti a Romelu Lukaku; in questo caso però il Giudice sportivo ha chiesto un approfondimento alla stessa Procura, che potrebbe portare ad un ulteriore provvedimento anche per questa partita.