Concorso straordinario docenti 2022: bando e quando fare domanda

Concorso straordinario docenti 2022: ecco le novità che ci sono per il comparto docenti nel mese di maggio.

Concorso straordinario docenti 2022: ci novità importanti per il comparto docenti in questo mese di maggio. Su Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando del nuovo concorso.

Concorso straordinario docenti 2022: bando

Il nuovo concorso straordinario docenti 2022 è rivolto alla scuola secondaria e riservato ai precari con 3 anni di servizio negli ultimi 5. Serve l’annualità di servizio specifica per la classe di concorso per la quale si partecipa.

La procedura era stata prevista dall’art.

59 del Decreto Sostegni bis, poi ripresa e modificata dal Milleproroghe 2022. Poi, ecco che nella Gazzetta Ufficiale n. 39 del 17 maggio 2022 è stato pubblicato il decreto ministeriale che regola il Concorso straordinario docenti precari. 

Il bando prevede lo svolgimento del concorso in due fasi:

  • valutazione dei titoli,
  • prova disciplinare: un colloquio orale della durata di 30 minuti, in cui verrà verificata anche la conoscenza della lingua inglese di livello almeno B2.

Quando fare domanda

Si legge sul testo pubblicato dal Ministero: “I candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore 9,00 del giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4 a Serie speciale «Concorsi ed esami» – del presente decreto (dunque dal 18 maggio) fino alle ore 23,59 del ventinovesimo giorno successivo a quello di apertura delle istanze”.

Inoltre, la domanda deve essere inviata in modalità esclusivamente telematica, previo possesso delle credenziali SPID, o, in alternativa, di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata del Ministero con l’abilitazione specifica al servizio «Istanze on-line (POLIS)».

In relazioni all’anno scolastico 2021/2022 c’è disponibilità di 14420 posti complessivi. Dunque si tratterà di un concorso finalizzato al completamento dell’organico del personale docente nelle scuole sia per i posti comuni sia per quelli di sostegno.

LEGGI ANCHE: Mobilità docenti 2022: date e come controllare la pubblicazione trasferimenti