Come sta la Regina Elisabetta: nominerà il nuovo Primo Ministro dalla Scozia

Come sta la Regina Elisabetta: i medici le sconsigliano di viaggiare, potrebbe nominare il nuovo primo ministro dalla Scozia. Cosa succede?

Come sta la Regina Elisabetta: viaggiare è troppo rischioso, potrebbe nominare il nuovo Primo Ministro dalla Scozia. A causa delle sue attuali condizioni di salute, i medici hanno consigliato prudenza alla monarca inglese.

Come sta la Regina Elisabetta: resta in Scozia per nominare il Primo Ministro?

Le condizioni di salute della Regina Elisabetta continuano a preoccupare il popolo inglese. La monarca 96enne soffre dalla fine dello scorso anno di problemi di mobilità, che le hanno spesso impedito di assolvere ai suoi impegni istituzionali.

Proprio a causa di questi problemi il Regno Unito potrebbe vivere un caso senza precedenti: la nomina del nuovo Primo Ministro inglese potrebbe aver luogo fuori da Londra.

Secondo un articolo del quotidiano Sun, infatti, i medici della Regina, a causa dell’instabilità del suo stato di salute, le avrebbero consigliato di evitare il viaggio in aereo verso la capitale e di restare a riposo nella sua residenza al castello di Balmoral, in Scozia.

In quel caso la cerimonia di nomina del 6 settembre si svolgerebbe lì, piuttosto che nelle solite location, ovvero Buckingham Palace e il Castello di Windsor. “Alla regina è stato consigliato di non viaggiare. Ma ovviamente nessuno le dice cosa fare. Deciderà lei.” -spiega una fonte del Sun “E come abbiamo visto quando ha fatto la sua terza apparizione sul balcone di Buckingham Palace al Giubileo, le piacciono le sorprese”.

Le condizioni di salute della sovrana inglese: dovrebbe tornare a Londra a fine mese

Sono in molti a temere che le condizioni della sovrana si siano aggravate negli ultimi tempi. Uno dei fattori che più preoccupano il pubblico sono le tante, improvvise visite del Principe Carlo alla madre, ormai sempre più frequenti. Che si stiano preparando ad un passaggio della corona? Negli ultimi tempi la monarca ha rinunciato a partecipare a diversi eventi, tra cui l’inaugurazione dell’anno parlamentare a Westminster e il summit sul clima a Glasgow.

Anche la sua presenza al Giubileo di Platino è rimasta in dubbio fino all’ultimo. Nel caso in cui la Regina Elisabetta decida di nominare il nuovo premier inglese da Balmoral, il suo ritorno a Londra è programmato per la fine del mese di settembre.