Come sta Berlusconi? Ancora ricoverato, ecco perché

Come sta Berlusconi: una domanda che molti si stanno facendo dopo il passo indietro al Quirinale e il ricovero dei giorni scorsi.

Come sta Berlusconi? In molti si chiedono quali sono le sue condizioni di salute dopo il passo indietro come candidato alla presidenza della Repubblica. Notizie arrivano dal suo entourage e dal medico di fiducia, Zangrillo.

Berlusconi come sta?

Berlusconi è malato: il leader di Forza Italia era stato ricoverato l’ultima volta al San Raffaele dall’11 al 15 maggio, per una gastroenterite che, insieme ad alcuni problemi infiammatori probabilmente legati appunto ai postumi del Covid, lo avevano debilitato.

Prima del ricovero, il leader di Forza Italia era rimasto nella sua villa di Arcore per una decina di giorni: vi era tornato, con la compagna Marta Fascina , il 30 aprile dopo un altro ricovero (sempre al San Raffaele) durato 24 giorni.

Il suo entourage e gli uomini di partito hanno ribadito che Berlusconi “sta abbastanza bene”. Chi ha avuto modo di incontrarlo in questi giorni racconta di un Berlusconi triste, depresso e che alterna rabbia a scoramento.

A pochi risponde al telefono e a pochissimi ha dato la possibilità di entrare in reparto in ospedale per un incontro.

Berlusconi ricoverato: ecco perché

Berlusconi, la sua salute è sempre tenuta sotto controllo, soprattutto dopo avere contratto il Covid ed essere stato ricoverato. Il Cavaliere soffre da tempo di una patologia infiammatoria, peggiorata dal Covid e a cui si aggiungono i problemi cardiaci (la fibrillazione atriale parossistica, un’alterazione del ritmo del cuore che l’ex premier si trascina da tempo e si riacutizza di tanto in tanto: per tenerla sotto controllo ha, da anni, un pacemaker).

Il primario del San Raffaele, Alberto Zangrillo, amico e medico di fiducia di Berlusconi, ha chiarito perché è ancora ricoverato: “il Presidente Silvio Berlusconi si trova da questa mattina (di domenica, ndr) all’ospedale San Raffaele e si sta sottoponendo ai controlli clinici periodici, programmati da tempo inseriti in un protocollo standard”.

L’ex premier avrebbe dovuto ricoverarsi venerdì scorso, dicono i suoi, ma ha voluto rimandare proprio per partecipare (in collegamento con iPad) ai vari vertici, pur limitandosi ad ascoltare.