Chi è Yassine Bounou, portiere “para-rigori” del Marocco

Yassine Bounou, detto Bono, è un calciatore marocchino con cittadinanza canadese, portiere "para-rigori" della nazionale marocchina

Yassine Bounou, detto Bono, è un calciatore marocchino con cittadinanza canadese, portiere del Siviglia e della nazionale marocchina. Nell’ottavo di finale Marocco-Spagna, è diventato l’eroe del passaggio del turno dei mondiali in Qatar per il Marocco parando due calci di rigore.

Chi è Yassine Bounou

Yassine Bounou, detto Bono, è un calciatore marocchino con cittadinanza canadese. Nato il 5 aprile 1991, ha 31 anni e la sua carriera calcistica ha iniziato a diventare importante nel momento in cui è andato in prestito al Siviglia. In UEFA Europa League, competizione nella quale debutta il 3 ottobre 2019, si è distinto per la prima volta contro l’Apoel senza subire reti. Sempre in questa competizione si è reso protagonista della vittoria degli andalusi in Europa League quando nei quarti di finale para un rigore a Raul Jimenez, rigori che ha parato anche contro il Manchester United. Alla fine della positiva stagione nella quale ottiene 18 presenze totali (di cui 10 in Europa League) si fa positivamente apprezzare da tutta la squadra tanto che il club lo riscatta. Durante la seconda stagione in Andalusia, a fronte di ogni pronostico, diventa un titolare insostituibile.

Yassine e il Marocco

Bounou in nazionale esordisce il 14 agosto 2013 al 46º minuto dell’amichevole Marocco-Burkina Faso (vinta da quest’ultima con il risultato di 1-2).

Il 6 dicembre 2022, in occasione del match Marocco-Spagna finito 0-0 (dopo i tempi supplementari) e deciso ai rigori, ha parato ben due rigori (un terzo la Spagna l’ha sbagliato) a seguito dei tempi supplementari, diventando l’eroe del Marocco per il passaggio del turno ai quarti di finale.