Live

Chi è Nunzio, ballerino eliminato da Amici: età, instagram e la polemica con Raimondo Todaro

Nunzio Stacampiano, 18 anni, ballerino latino-americano, è stato eliminato da Amici dopo la sfida con Mattia. Sui social lo sfogo contro il maestro Todaro.

Appena diciottenne ma pieno di talento e senza peli sulla lingua, il ballerino Nunzio Stacampiano si è fatto subito amare sui social grazie ad alcuni commenti schietti ed esilaranti. L’avventura di Nunzio ad Amici si è però conclusa subito: Nunzio ha perso la sfida con Mattia Zenzola ed è stato eliminato dalla competizione. Su Instagram Nunzio si è sfogato contro il maestro di ballo Raimondo Todaro.

Chi è Nunzio Stacampiano, ballerino eliminato da Amici?

Nunzio Stacampiano, nato ad Adrano in provincia di Catania nel 2003, è un aspirante ballerino latino-americano che ha fatto molto parlare di se tra i fan dell’ultima edizione di Amici. Nunzio partecipa a competizioni di ballo da quando era ragazzino. Ha lavorato per molto tempo con Raimondo Todaro, suo maestro fino a 13 anni e ora insegnante di Danza per Amici di Maria de Filippi, che lo ha presentato con orgoglio: “Nunzio è cresciuto con me”. Nunzio ha partecipato a diverse competizioni di ballo e nel 2019 è arrivato in finale nei Campionati Europei di ballo latino-americano.

Nunzio, ballerino e fenomeno virale

Il giovane ballerino si era subito fatto dei fan grazie a un video pubblicato dall’account twitter ufficiale di Amici 2021, nel quale si fa notare per alcuni commenti schietti e spiazzanti. Nel video il cantante di origini indiane Inder tenta di spiegare il testo di Gola Secca, il pezzo che gli è valso il banco ad Amici, le cui strofe sono in indiano. Il commento di Nunzio spiazza tutti: Ah perchè c’è la parte indiana? Pensavo di non sapere l’italiano”. Nunzio non perde colpi e in seguito aggiunge: “Però devi spiegare il testo quando farai qualche conferenza stampa”. Queste frasi spontanee sono valse al ballerino molto amore sui social, con tanti fan che speravano di vedere di più del giovane catanese.

Nunzio ha un account instagram con più di 28mila follower, che usa per condividere col mondo la sua passione per il ballo e istanti della sua quotidianità. Fa spesso foto con occhiali da sole, dei quali ha una ricca collezione.

L’eliminazione e lo sfogo di Nunzio sui social: “Eliminato per ripicca, Raimondo se n’è lavato le mani”.

Nella seconda puntata di Amici 2021, andata in onda ieri, si è svolta la sfida tra i ballerini Nunzio e Mattia per l’unico banco di ballo latino-americano, nella squadra del maestro di ballo Raimondo Todaro. Dopo la vittoria di Mattia, Nunzio non ha preso bene la sua eliminazione. In un lungo video postato su instagram, il giovane catanese si è sfogato contro l’ex maestro Raimondo Todaro, che a sua detta prova risentimenti verso di lui: “È stata un’avventura breve ma intensa. All’inizio non sapevo di trovare Raimondo Todaro, ma quando l’ho saputo ho detto ai miei che sarei andato a casa per una ripicca ad un bambino di tredici anni, perché quando sono andato via dalla sua scuola di ballo avevo tredici anni. Poi mi sono buttato, senza rimpianti”.

Nunzio ha poi continuato, criticando le modalità con cui è stato giudicato e sostenendo di essere di molto superiore a Mattia: “Ora, dal momento che mi viene dato l’aggettivo raccomandato direi che dovete vedere come usare le parole, perché forse era più raccomandato quell’altro con Raimondo che io. Sapevo che sarei uscito, qui lo dico e qui lo nego. Non avrebbe mai votato il ballo e infatti ha fatto come Ponzio Pilato, se n’è lavato le mani chiamando tre giudici. Non c’è mai stata competizione con Mattia, è un bravissimo ragazzo lo stimo tantissimo, ma ho le carte che testimoniano. Lui si è messo a piangere perchè sapeva di non avere chance contro di me, l’aveva detto pure lui tanto che era oggettiva come cosa”.

Infine, ha criticato direttamente l’atteggiamento di Todaro: Non si é comportato da uomo Todaro, perché ha rivelato a tutta Italia che persona é. A me dispiace. Si è vendicato di un bambino di tredici anni negandogli un’opportunità bella. L’ha buttata sul personale, doveva essere oggettivo. Sapevo che andava a finire così. L’ho detto anche a Mattia”.