Live

Chi è Guido Meda, storico commentatore della MotoGp: carriera e vita privata

Guido Meda, 55 anni, è la voce storica dietro le telecronache della MotoGP. La vita del giornalista tra sport, motori e televisione.

Guido Meda, nato a Milano il 26 Marzo 1966, è un volto noto a tutti gli appassionati di motociclismo. Voce storica delle telecronache della MotoGP, vanta oltre trent’anni di carriera nel mondo del giornalismo sportivo. Scopriamo insieme qualcosa in più sulla vita dell’energico telecronista.

La carriera di Guido Meda

A 19 anni entra nel mondo del giornalismo, collaborando con Il Giornale e con l’agenzia ANSA per i quali scrive di sport e di cronaca. Nel 1988 entra nella redazione sportiva del Gruppo Fininvest, per il quale segue come inviato diversi eventi sportivi sciistici. Nel 1990 la Federazione Italiana Sport Invernali gli conferisce il Premio Giornalistico Iride Neve. In seguito comincia a occuparsi di ciclismo, seguendo per Mediaset tre edizioni del Giro d’Italia. Nel 1997 Guido Meda entra nel mondo delle telecronache commentando per quattro stagioni la Coppa del Mondo di Sci, in compagnia dell’ex sciatore Carlo Gerosa.

Guido Meda, voce della MotoGp

Dal 2002 al 2013 è telecronista per Italia 1 delle qualifiche e dei Gran Premi del Motomondiale e diventa uno dei volti più amati del mondo dei motori. Insieme all’ex pilota Loris Reggiani, è famoso per il suo stile esaltante e per le sue frasi ricorrenti: chi non ricorda i suoi “Rossi c’è!” a celebrare le vittorie di Valentino Rossi o il suo tipico attacco prima della partenza:“Dopo il semaforo, scatenate l’inferno…prima dentro, gas a martello e andiamo!”.

Dal 2014 in poi, con il passaggio dei diritti televisivi della MotoGP a Sky, Guido Meda diventa telecronista di Superpole e dei Gran Premi della Superbike, sempre su Italia 1.

Conduce negli anni diverse trasmissioni di sport e motori: Sport Time, Sport a richiesta, Rewind, Top Gear Italia. Nel 2015 viene nominato Vice Direttore di Sky Sport e direttore della redazione Motori, per la quale coordina Sky Sport F1 e Sky Sport Moto GP. In questo periodo ricomincia a commentare le prove libere, le qualifiche e le gare della MotoGP, stavolta accompagnato dall’ex Pilota Mauro Sanchini.

Vita privata e altri progetti

Guido Meda è sposato con Maria Laura, insieme hanno tre figli: Ludovica, Vittoria e Filippo. Il giornalista ha un profilo instagram ufficiale molto seguito, con oltre 200mila followers: @guidomeda. Nel 2013 pubblica Il miglior tempo, romanzo in cui racconta storie di viaggi e motori. Il giornalista negli ultimi anni si è dato anche al doppiaggio: nel 2017 da la voce a una guida turistica raffreddata nella serie Disney Topolino e gli amici del rally, mentre nel 2019 doppia un commentatore dello sport estremo Motorball in Aita – Angelo della Battaglia.

Guido Meda incontra Tamberi “Gimbo c’è!”

Il 18 Settembre c’è stato un’ospite d’eccezione a Misano, in occasione delle qualifiche della MotoGP: nientemeno che Gianmarco Tamberi, vincitore dell’oro olimpico di salto in alto, che a quanto pare è anche un grande appassionato di motori. L’azzurro ha incontrato Guido Meda al termine delle gare, e il commentatore non si è fatto sfuggire l’occasione per fare la telecronaca della vittoria di Gimbo alle Olimpiadi in una storia su Instagram: “La rincorsa, un passo dopo l’altro. Lo stacco di Gimbo, è oro! Gimbo c’è! Tamberi c’è!”