Chi è Gabriele Micalizzi, fotoreporter milanese in Ucraina

Gabriele Micalizzi è un fotoreporter che si è recato in Ucraina per raccontare quello che sta accadendo ai civili (e non solo)

Gabriele Micalizzi è un fotogiornalista che si è recato in Ucraina per raccontare la guerra soprattutto attraverso le immagini. Collabora con il programma di Corrado Formigli Piazzapulita in onda su La 7.

Chi è Gabriele Micalizzi

Gabriele Micalizzi è un fotogiornalista di Milano, classe 1984, che utilizza l’immagine come veicolo per raccontare la realtà cercando di veicolare anche quella che è la sua visione autoriale. La sua carriera di fotoreporter inizia da giovanissimo: diplomatosi come Maestro d’arte (ISA), comincia a lavorare per l’Agenzia Newpress nella sezione cronaca di Milano (siamo nel 2004/2005).

Nel 2006 frequenta la scuola d’Arti Applicate del Castello Sforzesco di Milano specializzandosi come illustratore. Da anni vive a Pianello, in Val Tidone, dove ha fondato il collettivo Cesura Lab (2008) sotto la direzione artistica di Alex Majoli mentre dal 2010 inizia a lavorare per importanti testate internazionali recandosi anche in Medio Oriente. È stato vincitore del contest TV di Sky Arte Master of Photography 2016. I suoi scatti della guerra in Ucraina sono già stati pubblicati da importanti quotidiani come Le Monde e Liberation.

Il viaggio in Ucraina

Gabriele Micalizzi, come riportato anche da Corrado Formigli sulla sua pagina Facebook il 14 aprile 2020, “è entrato nel teatro di Mariupol dove centinaia di persone avevano cercato rifugio dai bombardamenti. È l’immagine che abbiamo visto tutti: quel teatro di fronte al quale era stato scritto ‘bambini’ a caratteri visibili dal cielo. Oggi restano rovine bruciate e un forte odore di cadavere che sale dal sottosuolo“. Nel 2019 ha documentato anche la guerra in Siria, anno in cui durante il suo lavoro è stato anche ferito.