Che benessere !?, il nuovo singolo de Lo Stato Sociale e Naska: testo e video

Lo Stato Sociale rende pubblico un altro singolo, "Che benessere ?!", con la collaborazione di Naska, artista marchigiano.

Dopo aver annunciato le date del prossimo tour e aver condiviso il pezzo “Fottuti per sempre”, Lo Stato Sociale rende pubblico un altro singolo, “Che benessere ?!”, con la collaborazione di Naska, artista marchigiano.

Con le tappe già decise, a partire da fine Marzo, la band condivide un’altra canzone, contando già diverse visualizzazioni su YouTube.

Che benessere ?!, testo del nuovo singolo de Lo Stato Sociale (e Naska)

Qualche giorno dopo la canzone Fottuti per sempre, arriva questo nuovo singolo de Lo Stato Sociale, insieme all’ausilio del giovane Naska, nome di Diego Caterbetti. Il gruppo musicale ha ormai già reso nota la sua intenzione di tornare a girare e regalare emozioni ai propri ascoltatori, con date e luoghi del tour già pubblici.

Di seguito il testo della loro nuova canzone:

Wikipedia ha detto
che i gelati sono buoni
non sono cattivi come quelli
che ci rubano il lavoro
ma l’azienda si deve salvare
meglio delocalizzare
rubiamo a casa loro
dove rubare è legale

Su wikipedia qualcuno ha scritto anche

che fumare troppo ti fa male
ma era solo la pubblicità del bonus per la salute mentale
solo che io io
non ho mai ricevuto risposta
di questo disatro che ho in testa non so
a chi dare la colpa, la colpa

Ma che benessere
che c’è tra di noi stanotte
fumo una sigaretta per non stare troppo bene
ma che benessere
buongiorno mondo
buongiorno il cazzo
era meglio stare in giro a finire il vino
e cantare questo disastro
e cantare questo disastro
oh oh, oh oh

L’uomo del giorno è un banchiere
dice di vendere

la donna dell’anno è madre Giorgia
dice di pregare e investire sulla paura
che è un po’ la nuova felicità
c’è una nuova religione online
dove tutto quanto costa la metà

Ma che benessere
che c’è tra di noi stanotte
fumo una sigaretta per non stare troppo bene
ma che benessere
buongiorno mondo
buongiorno il cazzo
era meglio stare in giro a finire il vino
e cantare questo disastro
e cantare questo disastro
oh oh, oh oh

E se non ti passa
bevi di più
è perché pensi troppo che ti fa male
dalla testa in giù, dalla testa in giù
so quanto sono pesanti le serate in città
e quante volte hai detto basta
no grazie non mi va
ma tu pensa che ansia una vita in vacanza
ed il nuovo che avanza
e nessuno che rompe i coglioni

Ma che benessere
che c’è tra di noi stanotte
fumo una sigaretta per non stare troppo bene
ma che benessere
buongiorno mondo
buongiorno il cazzo
era meglio stare in giro a finire il vino
e cantare questo disastro
e cantare questo disastro
e cantare questo disastro.

Il gruppo emiliano ha dichiarato che si tratta di un pezzo che mostra – in modo satirico – la realtà in cui oggi si vive. Punta dunque a intrattenere ma, al contempo, far riflettere.

Il video della canzone