Capitale della cultura 2024: ecco la città vincitrice

Capitale della cultura 2024: arriva l'annuncio della città vincitrice. Una bella sorpresa tra le dieci proposte arrivate in finale.

Capitale della cultura 2024: arriva l’annuncio della città che rappresenterà al cultura tra due anni. Il sindaco della città vincitrice ha voluto dedicare la vittoria alla città ucraina di Kharkiv.

Capitale della cultura 2024: ecco la città vincitrice

Pesaro è la Capitale della cultura 2024: l’annuncio arriva dal ministro della cultura Dario Franceschini e dalla Commissione istituita dal Ministero per i beni e le attività culturali ha deciso tra le dieci città finaliste.

“Vogliamo dedicare la vittoria di Pesaro a Capitale italiana della Cultura 2024 alla città di Kharkiv, in questo momento sotto le bombe, che come noi è città della Musica Unesco”. Così Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, durante la cerimonia di proclamazione della città vincitrice del titolo di Capitale italiana della Cultura 2024. “In questi giorni ci siamo sentiti spesso per mail con il sindaco di Kharkiv – aggiunge – spero davvero che possa essere con noi il prima possibile a festeggiare e soprattutto che Kharkiv possa uscire da questa guerra tremenda e possa riniziare a suonare come sa fare”.

Le motivazioni di Pesaro e le altre città finaliste

Ecco le motivazioni della giuria che hanno portato alla scelta di Pesaro:La città di Pesaro offre al Paese una eccellente candidatura basata su un progetto culturale che, valorizzando un territorio già straordinariamente ricco di testimonianze storiche e preziosità paesaggistico-ambientali, propone azioni concrete attraverso le quali favorire anche l’integrazione, l’innovazione, lo sviluppo socio-economico”.

Ha aggiunto la presidente della giuria: In questa prospettiva la proposta conferisce il giusto equilibrio a natura, cultura e tecnologia, tre elementi che si fondono in un contesto di azione condivisa tra pubblico e privato.

L’enfasi data al valore della cittadinanza come riconoscimento e come pratica attraverso concreti esercizi, oggi più che mai, afferma una direzione che può generare contributi per altre esperienze future. Lo sforzo di coinvolgimento delle giovani generazioni in un programma impegnativo appare particolarmente interessante alla luce delle sfide che l’incertezza dei tempi propone. La valorizzazione del rapporto tra città e territorio con un programma esteso in modo articolato a tutti i comuni della provincia integra voci rendendo corale il conseguimento del titolo di Capitale della cultura”.

Infine, le altre dueci città finaliste insieme a Pesaro: Ascoli Piceno, Chioggia (VE), Grosseto, Mesagne (BR), Pesaro, Sestri Levante con il Tigullio (GE), Siracusa, Unione dei Comuni Paestum-Alto Cilento (SA), Viareggio (LU) e Vicenza.