Live

Campania terza dose, senza prenotazione a 6 mesi dalla seconda

Campania terza dose sarà possibile senza prenotazione. Lo ha annunciato il governatore Vincenzo De Luca invitando tutti a vaccinarsi

Campania terza dose, prenotazione: non ci sarà bisogno di prenotarsi per avere la terza dose. L’unica prerogativa è che siano trascorsi sei mesi dalla somministrazione della seconda dose.

Campania terza dose, senza prenotazione a 6 mesi dalla seconda

La terza dose del vaccino anti-Covid sarà possibile per tutti a sei mesi dalla somministrazione della seconda dose. Lo ha stabilito il presidente della giunta regionale in Campania, Vincenzo Luca, nel corso della riunione con i dirigenti delle Asl e degli ospedali. Dosi booster, dunque, «senza limiti di fasce di età o di categorie», e «senza alcuna prenotazione». Resta la priorità assoluta, però, per il personale sanitario, per quello delle Rsa e per il personale scolastico. «Ma ogni cittadino che voglia, può essere immediatamente vaccinato», si legge nella nota diffusa al termine dell’incontro.

Campania, centri vaccinali Covid: dove sono

In Campania la terza dose è partita il 30 settembre per tutti i cittadini over 80, immunocompromessi e fragili. Dal 4 ottobre è scattata anche per sanitari e over 60. Dal 17 novembre via libera a tutti coloro che la vogliano fare, senza distinzione di fasce d’età e senza necessità di prenotazione.

La somministrazione può avvenire, senza prenotazione, in questi hub:

  • centro vaccinale Mostra d’Oltremare dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 18
  • centro vaccinale Fagianeria a Capodimonte dal lunedì alla domenica dalle 9 alle 18
  • centro vaccinale di Capri il venerdì dalle 9 alle ore 16
  • nei centri vaccinali dei distretti di base cittadini.

Continuano intanto anche le somministrazioni della prima e della seconda dose, sempre senza prenotazione e le ulteriori giornate di Open Day “Viva la scuola” dedicate al personale scolastico e agli studenti.

L’Ordine dei Medici-Chirurghi-Odontoiatri di Napoli e l’ASL Napoli 1 Centro, in collaborazione tra loro, e grazie alla disponibilità offerta da numerosi Medici (volontari) in pensione, hanno organizzato un numero verde a disposizione della cittadinanza, che fornisce riscontro a possibili quesiti di natura strettamente medico-scientifica.