Live

Bonus Bancomat 2021: come funziona e come richiederlo? I requisiti dell’Agenzia delle entrate

Il Bonus Bancomat 2021 sostituisce il Cashback. Si rivolge ai commercianti e ai professionisti senza calcolo ISEE che utilizzano il pagamento elettronico. 

Il Bonus Bancomat 2021 sostituisce il Cashback. Si rivolge ai commercianti e ai professionisti senza calcolo ISEE che utilizzano strumenti per il pagamento elettronico.

Bonus Bancomat 2021: come funziona

Il Bonus Bancomat 2021 è l’erede del Cashback. La differenza sostanziale è che il Bonus Bancomat si rivolge agli esercenti e ai commercianti, e non ai consumatori senza limiti di ISEE.

Il Bonus Bancomat 2021 nasce per agevolare i pagamenti elettronici ma questa volta da parte degli esercenti e commercianti che saranno più incentivati e ben disposti ad accettare i pagamenti digitali.

Il Bonus Bancomat contiene due misure diverse che si possono sommare tra loro.

  • Un primo rimborso spetta, quindi, per il costo del Pos, sia per l’acquisto sia per il noleggio;
  • il secondo rimborso spetta, invece, per coloro che comprano altri strumenti per effettuare i pagamenti elettronici, tecnologicamente più evoluti.

Potrà beneficiare del Bonus Bancomat fino al 30 giugno del 2022.

Bonus Bancomat 2021, come funziona con il Pos

Il Bonus Bancomat 2021 per i titolari di Partita Iva il credito di imposta va fino a un massimo di 160 euro se dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022 comprano o noleggiano un Pos.

Di seguito in elenco, le soglie di fatturato e le relative percentuali:

  • Settanta per cento di rimborso, con fatturato inferiore ai 200.000 euro;
  • Quaranta per cento di rimborso, con incassi compresi tra 200.000,01 euro e 1.000.000,00 euro;
  • Dieci per cento di rimborso, con incassi superiori a 1.000.000,00 euro;
  • Infine, non spetta rimborso se gli incassi superano i 5.000.000,00 euro.

Bonus Bancomat 2021, come funziona con gli strumenti più evoluti

Il Bonus Bancomat 2101 è di 320 euro per gli esercenti e i commercianti, sempre titolari di Partita Iva, che decidono di acquistare strumenti tecnologicamente più evoluti per permettere e incentivare i clienti al pagamento tramite carte di credito. Il termine di scadenza è sempre dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022.

Di seguito le soglie di fatturato e le relative percentuali elencate:

  • Rimborso del cento per cento, se il fatturato è inferiore ai 200.000 euro;
  • Per fatturato compreso tra 200.000 euro e 1.000.000,00 euro, si avrà un rimborso del settanta per cento;
  • Se il fatturato è compreso tra 1.000.000,00 euro e i 5.000.000,00 euro il rimborso sarà del quaranta per cento;
  • Se il fatturato supera la soglia dei 5.000.000,00 euro allora al richiedente non sarà rimborsato niente.

Bonus Bancomat 2021: come richiederlo

Il Bonus Bancomat 2021  si richiede in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi. A differenza dunque del Cashback non bisogna ricorrere a strumenti digitali ma la procedura è molto più snella e semplice ma soprattutto chiara.