Live

Bianca Atzei e l’aborto raccontato sui social: “Che dolore, sono devastata”

La cantante Bianca Atzei racconta il dramma dell'aborto in una lettera su instagram: "Uno dei momenti peggiori della mia vita"

Bianca Atzei ha avuto un aborto spontaneo. In una lunga e toccante lettera condivisa sui social, la cantante italiana  ha raccontato il suo dolore. L’artista ha raccontato tutta la sofferenza provata, insieme al fidanzato Stefano Corti, per la perdita del figlio. Si spiega così ai suoi fan: “Ho sempre condiviso con voi ogni parte importante della mia vita, perché ho sempre fatto quello che mi sentivo di fare ed espresso ciò che provavo dentro. Mi sono costantemente messa a nudo e non ho mai avuto paura di farvi vedere le mie debolezze e le mie sofferenze. In totale sincerità”. 

Il racconto dell’aborto di Bianca Atzei: “Dalla felicità più grande, alla sofferenza più forte”

Qualche giorno fa, Bianca Atzei aveva lasciato un preoccupante post sui social: “Sto attraversando uno dei momenti peggiori della mia vita”. Ieri lunedì 11 Ottobre, la cantante ed ex concorrente dell’Isola dei Famosi ha svelato il motivo dietro il suo dolore: un aborto spontaneo le è costato il figlio che aspettava da tempo con il compagno Stefano Corti, giornalista delle Iene con lei dal 2019. “Voglio raccontarvi la mia esperienza per sensibilizzare su un argomento di cui si parla poco, ma in cui purtroppo si ritrovano a vivere tante coppie”.

Dopo tantissimi tentativi e persino un anno di cure ormonali, Bianca Atzei racconta l’immenso dolore per la perdita del figlio tanto cercato:

Per più di un anno abbiamo cercato un figlio e spesso ci siamo sentiti dire -Non pensarci, perché più ci pensi e più non arriva-. Come fa una donna a non pensarci ogni volta che le arriva il ciclo?  Quando realizzi di sentirti pronta per diventare madre, ecco che quello si trasforma nella cosa che più desideri al mondo“.

Bianca si sfoga, raccontando i dubbi, l’ansia e infine quei fragili momenti di gioia dopo il test positivo: “Più o meno dopo un anno ti consigliano di fare degli esami approfonditi. Così, per molti, diventa importante un aiuto tecnologico. E non importa quanti giorni devi farti le punture di ormoni in pancia e tutto il resto, anche se sei sempre meno in forze vai avanti positiva e felice perché ti aggrappi a quel 35% di possibilità di rimanere incinta. E dopo più di un anno succede. Quando ho visto quel test positivo è stato il giorno più bello della mia vita”.

Poi, purtroppo, il dramma: “Purtroppo quella felicità è sparita nel momento in cui abbiamo saputo che la gravidanza si è interrotta dopo qualche mese e si è dovuti intervenire chirurgicamente. Tantissime donne hanno affrontato e affrontano questo dolore e ora so che cosa si prova e cosa vuol dire passare, in un battito di ciglia, dalla felicità più grande alla sofferenza più forte. Bisogna solo andare avanti. Sono sicura che arriverà di nuovo qualcosa di bello perché ho sempre sperato. Tengo ancora vivo il sogno di poter diventare mamma. Torno a sorridere.“. 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Bianca Atzei (@biancaatzei)