Alex Zanardi, incendio nella sua villa a Noventa: trasferito a Vicenza l’ex campione

Alex Zanardi, incendio nella sua villa nel Padovano: tanta paura per lui e la sua famiglia che ha dovuto per forza trasferirsi.

Alex Zanardi, incendio nella sua villa nel Padovano: ancora tanta paura per l’ex campione e la sua famiglia. Dopo l’incidente avvenuto nel 2020, Alex dopo un periodo in ospedale era tornato a casa dove stava proseguendo la sua riabilitazione.

Alex Zanardi, incendio nella sua villa a Noventa

Ancora molta paura per Alex Zanardi e la sua famiglia dopo l’incidente avvenuto nel 2020 in una gara di handbike nel Senese.

Infatti, nel pomeriggio di martedì 2 agosto 2022 è divampato un incendio nella sua villa di Noventa nel Padovano. Sembra che la causa siano stati gli impianti fotovoltaici che hanno preso fuoco. Sono intervenuti immediatamente i Vigili del Fuoco che hanno cercato di domare le fiamme ed evitare il peggio.

Trasferito a Vicenza l’ex campione

L’incendio ha mandato in tilt l’impianto fotovoltaico e questo avrebbe potuto pregiudicare la funzionalità dei macchinari che aiutano Zanardi a vivere.

Così  i familiari dell’ex pilota hanno deciso, in via precauzionale, per il trasferimento in un centro medico attrezzato a Vicenza. Probabilmente la stessa dove in dalla fine di aprile del 2021 Zanardi ha trascorso diversi mesi: il reparto di riabilitazione al primo piano dell’ospedale San Bortolo.

Alex dopo un periodo in ospedale, a seguito dell’incedente, era tornato a casa dove stava proseguendo le cure e lottando circondato dall’affetto dei familiari come aveva raccontato la moglie: “È un combattente, ma in quest’anno e mezzo, col Covid, in ospedale e in clinica siamo potuti stare poco, e in pochi, vicino a lui.

Ora tornare in famiglia gli farà bene e lo aiuterà lottare ancora di più”. Mentre per il recupero a casa aveva raccontato sempre la donna: “Il recupero continua ad essere un processo lungo. Il programma di riabilitazione condotto da medici, fisioterapisti, neuropsicologi e logopedisti ha permesso progressi costanti. Naturalmente, le battute d’arresto ci sono e possono ancora verificarsi. A volte bisogna fare due passi indietro per farne uno in avanti.

Ma Alex dimostra ripetutamente di essere un vero combattente.”

 

 

LEGGI ANCHE: Alex Zanardi torna a casa. Come sta dopo il brutto incidente