25 aprile: cosa si festeggia in Italia? Storia e significato della Festa della Liberazione

25 aprile, storia di una data simbolica molto importante per l'Italia: cosa si festeggia e perchè è un giorno festivo?

Il 25 aprile è il giorno in cui in Italia si festeggia la ricorrenza della festa della Liberazione dopo la Seconda guerra mondiale e la fine della dittatura fascista di Benito Mussolini. Per i lavoratori è considerato un giorno festivo. 

25 aprile, storia e significato della Festa della Liberazione

Il 25 aprile in Italia è una data simbolica molto importante, scelta per ricordare la liberazione della penisola dal nazifascismo. Il 25 aprile 1945, in particolare, fu il giorno della resa definitiva delle forze nazifasciste dalla città di Milano, città che fu a lungo soggiogata dai bombardamenti e dalle truppe nazifasciste.

L’insurrezione meneghina contro i presidi fascisti e tedeschi fu la miccia che riuscì a velocizzare il processo di liberazione in molte altre città d’Italia e che portò di lì a poco alla completa liberazione della penisola.

Leggi anche: Bella ciao: significato, origine e storia della canzone

25 aprile: come si festeggia?

A proporre il 25 aprile come data simbolo per la festa della Liberazione fu il presidente del Consiglio Alcide De Gasperi.

In omaggio a questa importantissima ricorrenza italiana ogni anno a Roma c’è la deposizione della corona d’alloro dinanzi al milite ignoto da parte del Presidente della Repubblica in carica. A Roma, inoltre, è tradizione vedere sfrecciare le frecce tricolori ma ogni città e ogni piccolo comune è solito organizzare cortei, parate, manifestazioni, mostre o concerti commemorativi per ricordare questa data simbolica così importante.