Economy E se la normalità non tornasse più?

E se la normalità non tornasse più?

“Tornare alla normalità”. Oppure “tornare ad abbracciarci”. È il genere di frasi che ripetiamo da un anno mentre elucubriamo su piani vaccinali e orari di coprifuoco. C’è però un pensiero ricorrente (e per niente stupendo) che riecheggia tra alcuni scienziati. Uno scenario terrificante ma sempre più plausibile, nonostante le campagne vaccinali: che la normalità – il pre-Covid – non ritorni più. Almeno per qualche anno.

La chiamano “pandemia perpetua” e si manifesterebbe a causa di due fattori. Il primo è quello delle cosiddette “varianti” del virus, le sue mutazioni che si sviluppano in diverse aree del mondo diventando più pericolose per diverse fasce di popolazione. Il secondo è dato proprio dai vaccini. Sì, perché le nazioni ricche hanno fatto man bassa dei vaccini escludendo interi continenti (l’Africa tra tutti), dove il virus potrà circolare indisturbato, evolvendosi.

Mappa: Statista

Lo scenario è quindi chiaro: da una parte il virus si evolve già da tempo; dall’altra i vaccini acuiscono il divario tra aree protette e meno protette del virus. Conseguenza: aumentano le “varianti” e quindi la possibilità che almeno uno di queste mutazioni sia resistente ai vaccini in utilizzo.

Oppure, come spiega Bloomberg, il caso sudafricano, dove “un gruppo che era stato infettato con un ceppo dimostrava di non essere immune alla sua versione mutata, tornando a infettarsi”.

Come uscirne? La risposta sta comunque nei vaccini. Le aziende farmaceutiche sono al lavoro su nuovi vaccini, soprattutto quelli “a Rna” (Pfizer e Moderna), fondati su una tecnologia che permette aggiornamenti più veloci. Ma questo non basta: serve poi aprire i vaccini, eliminare i brevetti e permettere a tutti – ricchi e poveri – di produrre vaccini, in modo da sciogliere il nodo più pericoloso, quello del divario vaccinale tra nazioni.

Ne va della salute di miliardi di persone. E soprattutto è l’unico modo per fare in modo che la pandemia abbia davvero una fine.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Romelu Lukaku via dall’Inter (direzione Chelsea)? La strada ormai è tracciata

I giorni in neroazzurro di Romelo Lukaku paiono agli sgoccioli: il cartellino del calciatore vale parecchio, e l'Inter punta a incassare

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

Quali saranno le città che ospiteranno i prossimi giochi olimpici? Fino al 2032 le Olimpiadi sono già state assegnate, e fioccano candidature in vista del 2036

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Varie ed eventuali su Just Eat, quote rosa e Olimpiadi invernali Milano-Cortina

Bergamo e Brescia depongono l'ascia di guerra mentre avanzato le quote rosa nell'industria alimentare Rondanini. E Just Eat...

Be cresce: valore di produzione oltre i 106 milioni (+27,8% sul 2020)

"Produzione oltre i 106 €/mln con un +27,8%, +35% sull’EBITDA Y/Y e +58,1% sull’EBT Y/Y. Sono risultati importanti derivanti sia da una...

La Cassazione sul diritto al rimborso degli oneri fideiussori sostenuti dai contribuenti per l’ottenimento dei rimborsi IVA “accelerati”

La Cassazione ha precisato gli aspetti legati ai termini per poter richiedere il rimborso degli oneri fideiussori

Rai, c’è un nuovo “caso Report”. Anche Helbiz vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci

Dopo la puntata di Report "Il mago di Helbiz", anche il colosso dei monopattini elettrici vuole conoscere le fonti anonime di Sigfrido Ranucci. Ha presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Milano

Pnrr e criminalità organizzata, così le mafie puntano ad appalti e green economy

Grandi opere, infrastrutture digitali, rischio idrogeologico, green economy: il pnrr è in arrivo, ma va difeso dagli appetiti